Transat Jacques Vabre: che bella Italia con Pedote e Fantini

0
78
Pedote arrivoL’Italia in Oceano continua a crescere e i risultati finali della Transat Jacques Vabre per i nostri sono stati importanti. Giancarlo Pedote sull’Imoca 60 Prysmian Group, in coppia con Martin Le Pape, ha chiuso al sesto posto; Andrea Fantini sul Class 40 Guidi, in coppia con Charles Mourruau, ha tagliato il traguardo in quindicesima posizione.

CHE RIMONTA DI PEDOTE

Iniziamo col dire che entrambe le classi, Imoca e 40, alla Transat jacques Vabre erano ultra competitive con i migliori skipper in circolazione iscritti alla regata.

Per Pedote e Prysmian si trattava di un ultimo test per capire quali migliorie fare alla barca in vista del Vendée Globe 2024. Prysmian si conferma barca affidabile e veloce, particolarmente nelle condizioni di vento medio e Aliseo incontrate durante la maggior parte del tempo in questa TJV. Da rimarcare soprattutto il recupero di Pedote e Le Pape: a meno di una settimana dal traguardo erano in undicesima posizione, lungo il Brasile hanno recuperato cinque avversari finendo sesti.

E c’è di più: alle spalle di Prysmian c’è Corum, Imoca di recente concezione, e nel recupero Pedote si è tolto anche la soddisfazione di tenere dietro Yannick Bestaven, vincitore dell’ultimo Vendée Globe. Una regata che da carica e fiducia per il futuro, in attesa di sapere anche come Giancarlo intenderà rivoluzionare le linee d’acqua della barca nei prossimi mesi per renderla ancora più competitiva.

ANDREA FANTINI C’È

Andrea FantiniSul fronte Class 40 c’è stato Guidi con Fantini tra i protagonisti della flotta. La barca con a bordo l’italiano ha navigato sempre nelle posizioni che contano, permettendosi anche di finire la regata incollati alla poppa un guru come Ian Lipinski con la sua avveniristica Credit Mutuel. Fantini e Mourruau sono stati nella parte viva della regata, questo è infatti anche il miglior risultato per lo skipper ferrarese da quando ha intrapreso la carriera di navigatore oceanico, in rapporto anche il livello siderale degli avversari incontrati. In ottica degli impegni del 2022, con vista sulla Route du Rhum, il risultato da forza al morale e al progetto sportivo di Fantini.

TRACKING E CLASSIFICHE 


BLACK FRIDAY DEL GIORNALE DELLA VELA DIGITAL, SCONTO DEL 35% QUI


ABBONATI E SOSTIENICI, TI FACCIAMO DUE REGALI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

 

 

The post Transat Jacques Vabre: che bella Italia con Pedote e Fantini appeared first on Giornale della Vela.

NESSUN COMMENTO