Sanlorenzo, “Il mare a Milano” vince il Compasso d’Oro

0
206
Sanlorenzo: Il mare a Milano Sanlorenzo: Il mare a Milano Il 460Exp SX88

Sanlorenzo mette in bacheca il più antico e autorevole riconoscimento mondiale di design: il Compasso d’Oro ADI 2020. La cerimonia si è svolta a Milano nella nuova sede di ADI Design Museum. La giuria internazionale ha assegnato il premio – categoria Exhibition Design – all’installazione di Sanlorenzo Il mare a Milano, allestita nel 2017 alla Triennale, selezionandola tra gli oltre 350 progetti finalisti.
Grazie ad una capacità unica di ampliare il proprio immaginario e catturare suggestioni da altri mondi come il design e l’arte, nel corso degli anni, Sanlorenzo ha saputo dare un nuovo significato al modo di intendere la progettazione nautica. Un percorso coerente che da sempre contraddistingue l’azienda nel proprio ambito e che le ha permesso di aggiudicarsi questo prestigioso premio.
L’installazione presentata in occasione del Fuorisalone 2017, e realizzata da NEO [Narrative Environments Operas], è stata concepita per immergere i visitatori nel mondo dello yacht design: lo spazio antistante la Triennale di Milano era stato trasformato, attraverso una grande proiezione a terra, in diversi mari che si alternavano ad evocare un’ipotetica traversata nei luoghi più remoti del pianeta mentre, negli spazi interni della fondazione, un’intera sala era stata dedicata alla presentazione delle linee di yacht prodotte da Sanlorenzo e al racconto delle collaborazioni con alcune delle firme più prestigiose del mondo del design come Dordoni Architetti, lo studio Antonio Citterio Patricia Viel e Piero Lissoni. Il pubblico approdava in questi spazi attraverso un mare interno popolato di inaspettate creature marine. Una vera e propria esperienza immersiva nella realtà di Sanlorenzo.
Il Premio Compasso d’Oro, testimone da oltre sessant’anni dell’evoluzione del design italiano nel mondo, viene assegnato sulla base di una preselezione effettuata dall’Osservatorio permanente del Design dell’ADI, costituito da una commissione di esperti, designer, critici, storici, giornalisti specializzati, soci dell’ADI o esterni a essa, impegnati nel valutare e selezionare i migliori prodotti e progetti, giudicati di assoluta eccellenza, i quali vengono poi pubblicati negli annuari ADI Design Index.
I progetti partecipanti alla XXVI edizione del Premio saranno inoltre esposti fino al 16 settembre nella mostra Mettere radici allestita presso l’ADI Design Museum.
Accanto al video racconto dell’installazione Il mare a Milano, l’esposizione presenta anche gli altri tre progetti Sanlorenzo inclusi nell’ADI Design Index 2018 e 2019: lo yacht SX88 con interior di Piero Lissoni, il superyacht 460Exp con interior di Citterio Viel e l’innovativo yacht asimmetrico SL102A.
Approccio assolutamente innovativo quello di Piero Lissoni per il design degli interni di SX88 che, per la prima volta in assoluto, ha presentato un open space su uno yacht di 88 piedi di lunghezza. L’archistar ha reinterpretato il concetto di spazio all’interno della barca che si sviluppa in un ambiente unico e continuo da poppa a prua con la cucina a vista, adiacente alla sala da pranzo, seguita dall’area living, senza soluzione di continuità tra interno ed esterno, grazie alle ampie vetrate che si affacciano sul mare. Una barca “sociale” quindi che offre un nuovo modo di vivere a bordo.
Il superyacht 460Exp, con interni firmati da Citterio Viel, reinventa il concetto di barca da esplorazione. Caratteristica peculiare di questo progetto è sicuramente lo stretto rapporto tra gli spazi interni e quelli esterni. I designer hanno infatti cercato di far entrare il disegno dello scafo dentro la barca mantenendo un rapporto diretto tra l’architettura navale e gli ambienti. Il progetto punta infatti a rivelare la costruzione della barca nella sua natura.
SL102 Asymmetric è il primo motoryacht asimmetrico al mondo, un progetto audace ed evoluto. All’idea originaria di Chris Bangle, tra i car designer più conosciuti nel mondo, i tecnici e designer interni del cantiere con  Bernardo e Martina Zuccon dello studio Zuccon International Project hanno saputo farsi interpreti del progetto con intelligenza e raffinatezza.
Con l’obiettivo di ottenere una maggiore fruibilità degli spazi interni e una migliore comunicazione con l’esterno, SL102 Asymmetric ripensa il layout canonico di uno yacht, mantenendo il solo passavanti sul lato di dritta ed eliminando quello sinistro, che viene portato sul tetto della struttura, consentendo attraverso questa configurazione asimmetrica, mai sperimentata prima, di recuperare circa 10 metri quadrati di superficie a favore degli ambienti interni.

L'articolo Sanlorenzo, “Il mare a Milano” vince il Compasso d’Oro sembra essere il primo su Gentedimare2.0.

NESSUN COMMENTO