Ran 630: tutti i vincitori della “lunghissima” del Tirreno

0
28
Blues vincitore Overall e  ph

Blues vincitore Overall e x2_ ph.C.Vuotto

La quarta edizione della RAN 630, organizzata dallo Yacht Club Livorno in collaborazione con l’Accademia Navale e parte della Settimana Velica Internazionale, si è conclusa con la vittoria del Grand Soleil 40 Blues, condotto in doppio da Antonio Maglione e Lorenzo Villi, primi in tempo compensato ORC, che si aggiudicano così il Trofeo Challenge perpetuo Accademia Navale.

RAN 630 è una nuova d’altura, giunta alla sua quarta edizione, il suo percorso prevede la partenza da Livorno con prima destinazione Porto Cervo (Sardegna), poi l’isola di Capri (Golfo di Napoli) con boa posta in prossimità del porto. Come arrivo finale nuovamente a Livorno con traguardo posto nelle acque antistanti la prestigiosa Accademia Navale.

La vittoria in tempo reale dell’edizione 2021, i Line Honours, con il tempo di 4 giorni, 19 ore e 55 minuti è andata al Pogo 12.50 Magia di Gianluca Roveraro in equipaggio con Andrea Pendibene, atleta della Marina Militare e volto noto della classe Mini 650, che si posiziona sul secondo gradino del podio in tempo compensato.

Line Honours per Roveraro Pendibene su Magia

Argo vincitore IRC e IRC x2_ph.C.Vuotto

Terza posizione per Argo, il First 44.7 di Luciano Manfredi vincitore della scorsa edizione, che si aggiudica in ogni caso la vittoria con il calcolo del rating IRC, davanti al Classe 950 Pegasus e all’unità scuola della Marina Militare, Orsa Maggiore. 

Argo vincitore IRC e IRC phStella Polare, altra storica unità della MM, vince il Trofeo One Ocean messo in palio dallo Yacht Club Costa Smeralda per il primo in tempo compensato al cancello di Porto Cervo, mentre Blues si aggiudica anche le vittorie in ORC x2, in divisione Gran Crociera e il Premio “dell’amante inglese” per il primo in tempo compensato nella tratta da Porto Cervo a Capri. Assieme ad Argo, primo in IRC x2, portano allo Yacht Club Italiano il Trofeo Challenge per le due migliori barche classificate. Si è trattato di un’edizione abbastanza veloce. Dopo la brezza leggerissima della partenza, avvenuta il 25 aprile, nella prima notte la flotta ha incontrato i venti dai quadranti meridionali che hanno caratterizzato l’intera regata di circa 630 miglia, da Livorno a Porto Cervo, Capri e rientro a Livorno. La discesa verso il Golfo di Napoli ha visto dunque le barche navigare di bolina, mentre il rientro a Livorno è stato caratterizzato da andature portanti, pur con bolle d’aria da negoziare e groppi improvvisi da affrontare.

 

logo vela cupPARTECIPA DA PROTAGONISTA ALLA PIU’ GRANDE
REGATA VIRTUALE DEL MEDITERRANEO!

Il 15 maggio inizia la grande avventura: 4.600 miglia in Mediterraneo in solitario, decine di migliaia di iscritti, su barche velocissime di 100 piedi… Ti colleghi quando vuoi, la barca la manovri con il tuo device e quando non ci sei va da sola. Chiunque può partecipare, gratis. Benvenuto alla TAG Heuer VELA Cup Med Odyssey.

Se ti registri con questo form alla TAG Heuer VELA Cup Med Odyssey, oltre a concorrere agli oltre 50 premi in palio:

  • il tuo nome sarà pubblicato sul numero di luglio del Giornale della Vela nel grande reportage sulla THVC Med Odyssey
  • puoi essere selezionato per partecipare alle dirette web con i nostri speaker dal 15 al 31 maggio

Accetto la Privacy Policy


Fatto? Ora iscriviti subito alla TAG Heuer VELA Cup Med Odyssey!

The post Ran 630: tutti i vincitori della “lunghissima” del Tirreno appeared first on Giornale della Vela.

NESSUN COMMENTO