Perini Navi, il salvataggio passa da Blue Skye & Arena

0
190
Perini Navi

Perini Navi verso il riassetto azionario, e quindi verso il salvataggio, con gli ingressi di nuovi investitori nell’azienda produttrice di yacht di lusso a vela e a motore. Come Gentedimare2.0 aveva anticipato il 10 settembre 2020 (leggi qui), il gruppo londinese Blue Skye stringe ora un’alleanza con l’asset manager statunitense Arena Investors, fondo da 2 miliardi creato dal finanziere Daniel B. Zwirn insieme con The Westaim Corporation.
L’operazione, con il supporto, le competenze e la solida esperienza di Blue Skye nei processi di turnaround, ha l’obiettivo di consolidare il celebre marchio dei velieri famoso in tutto il mondo e di consentire la continuità del progetto avviato da Fenix (famiglia Tabacchi).
L’investimento iniziale della joint venture nell’azienda guidata da Lamberto Tacoli e Edoardo Tabacchi, ammonta a oltre 25 milioni di euro. Com’è noto, Perini Navi è in difficoltà da tempo e procede verso una procedura 182 bis della legge fallimentare. Il 20 maggio 2020, infatti, il cda di Perini Navi (leggi qui) aveva deliberato la ristrutturazione del debito “auspicabilmente mediante un accordo ai sensi dell’articolo 182 bis, al fine di salvaguardare l’operatività e la continuità aziendale”.
L’investimento pianificato da Blue Skye e Arena sta attualmente procedendo attraverso le fasi finali di un processo di due diligence. Ricordiamo che Blue Skye e Arena Investors hanno già investito insieme in altre situazioni, ad esempio con quote di minoranza sul Milan e sull’hotel Bauerdi Venezia, dove in maggioranza c’è proprio il fondo americano Elliot.
Perini Navi, marchio storico fondato nel 1983 da Fabio Perini, è leader mondiale nella costruzione di imbarcazioni a vela oltre i 40 metri di lunghezza ed è sinonimo di eccellenza nel segmento delle unità a vela di alta gamma.

L'articolo Perini Navi, il salvataggio passa da Blue Skye & Arena sembra essere il primo su Gentedimare2.0.

NESSUN COMMENTO