Mini Transat: Fink è come neve al sole, Riva all’attacco da sud

0
90
EAMelwin Fink sembra si stia sciogliendo come neve al sole in questa seconda tappa della Mini Transat. Il vincitore della prima tappa tra i Serie, il tedesco 19enne che, mentre gli altri si fermavano in porto (per discutibili raccomandazioni della Direzione), proseguiva da solo fino al traguardo, sembra avere perso la giusta rotta.

LO SCENARIO METEO ALLA MINI TRANSAT

E’ successo che l’Aliseo in questa prima parte di seconda tappa è stato bucato da una gigantesca alta pressione. Melwin Fink ha tentato un altro colpo gobbo, cercando di fare mento strada di tutti e passando molto vicino alla zona senza vento.

Aveva preso la testa della regata, ma ben presto il suo tentativo si è rivelato errato e il conto che sta ricevendo il tedesco è salatissimo. Il gruppo che si è diretto a sud, a caccia di un Aliseo più forte, in queste ore naviga oltre i 10 nodi di velocità. Il gruppo nord dove c’è Fink è invece anche sotto i 6 nodi. Adesso in testa tra i Serie c’è Loic Blin, uno degli skipper che si è posizionato a sud. La notizia che interessa molto all’Italia è che ancora più a sud di Blin, c’è Alberto Riva con Edilizia Acrobatica, ovvero lo skipper nella posizione più “estrema” fino a questo momento.

L’ATTACCO DI ALBERTO RIVA

Riva viene dato in 24ma posizione, ma da quella zona si garantisce vento costante anche per le prossime ore e le velocità di Edilizia Acrobatica potrebbero consentirli un’enorme rimonta in classifica. Solo ieri Riva aveva oltre 120 miglia di ritardo da Fink, adesso ne ha solo poco più di 20 da Blin, la regata per lui di fatto si è riaperta anche in ottica classifica generale.

L’aliseo infatti resterà molto più debole a nord e vicino la rotta diretta verso Guadalupe, per essere invece più robusto sulla traiettoria di Alberto Riva. Non resta altro che aspettare e capire cosa potrà fare di buono l’italiano, ma un rientro nelle prime cinque posizioni di tappa sembra molto probabile, se non di meglio.

Gli altri italiani tra i Serie: Giammarco Sardi 29, Giovanni Mengucci 31, Massimo Vatteroni 44, Luca Del Zozzo 51, Francesco Renella 54. Tra i Prototipi Matteo Sericano è 14mo. 

TRACKING 

Mauro Giuffrè


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

The post Mini Transat: Fink è come neve al sole, Riva all’attacco da sud appeared first on Giornale della Vela.

NESSUN COMMENTO