Middle Sea Race: JPK 1180, ancora tu! La vittoria è di Sunrise

0
67
SUNRISE  e

Il JPK 1180 Sunrise

Manca solo l’ufficialità, ma possiamo già dirlo: il vincitore della Rolex Middle Sea Race 2021 è il JPK 1180 Sunrise, barca con bandiera inglese, di Thomas Kneen. Sunrise firma un risultato eccezionale, perché la vittoria della Middle arriva appena due mesi dopo quella del Fastnet. Mastica amaro il maxi 100 Comanche che aveva assaporato l’idea, dopo avere fatto segnare il record della regata, di conquistare anche la vittoria generale. Il maxi deve accontentarsi del secondo posto, con il podio chiuso dal Ker 46 Daguet. La migliore barca italiana si conferma il Ker 46 Lisa R, tredicesima, della quale molto presto vi racconteremo la regata on board con alcune testimonianze dirette (restate connessi sui nostri canali…).

Quella del JPK, anche se si tratta di una barca di lunghezza piuttosto piccole, non è una vittoria che sorprende dato che questo barche stanno letteralmente dominando le regate offshore nelle ultime stagioni. Il JPK 1180, una gemella di Sunrise, ovvero Courrier Recommandé , aveva già vinto la Middle Sea Race nel 2018 e nel 2019.

LA DINASTIA JPK

I JPK, dell’omonimo cantiere francese, sono ormai una “dinastia” di progetti che hanno il vizietto della vittoria nelle super classiche dell’altura. I JPK, e l’11.80 in particolare (sorella maggiore del 10.80 che ha già vinto Fastnet e Middle) sono barche espressamente pensate per le regate offshore e la crociera molto sportiva, progetti concepiti per il regolamento IRC, disegnati da Jacques Valer – uno dei grandi interpreti del mondo IRC – ma con caratteristiche generalmente all round. Baglio massimo pronunciato, quello dell’11.80 è di 3,95 mt, e arretrato per avere potenza e stabilità nei laschi con vento forte e onda. Leggero spigolo a poppa, che termina molto prima di mezza nave, per navigare al meglio di bolina con molto vento, ma volumi anteriori fini e rotondi per non essere penalizzati nel vento leggero. L’11.80 non ha una carena sbilanciata in maniera assoluta verso le andature portanti, lo spigolo non è troppo duro, la barca ha comunque forme di carena rotonde, il che gli consente di avere prestazioni “all round” pur privilegiando le andature portanti. L’immersione della chiglia a 2,34 m con un dislocamento di appena di 5900 kg di cui 2650 in chiglia, accoppiati a una superficie di bolina di 89 mq e alle portanti di oltre 134 danno la dimensione del rapporto peso/potenza di questa barca.

CLASSIFICHE Middle Sea Race

Mauro Giuffrè


AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

The post Middle Sea Race: JPK 1180, ancora tu! La vittoria è di Sunrise appeared first on Giornale della Vela.

NESSUN COMMENTO