Libri di mare, tre novità per sentirvi in barca anche a casa

0
75
libri di mare

libri di mare

In questo periodo dell’anno “uggioso” e grigio, dove si lavora lontani dalla propria barca, c’è un modo per “fuggire” e tornare a bordo. Un modo antico, ma infallibile. Acquistare un buon libro di mare. Abbiamo scovato tre titoli per voi, usciti nel 2021, che vi faranno sentire in barca! Tra le onde degli oceani al Vendée Globe, nelle acque cristallo di un atollo polinesiano, in un vecchio borgo marinaro.

Tre libri di mare per farvi sentire in barca anche a casa

“L’Anima nell’Oceano”, di Giancarlo Pedote

Il primo libro di mare, fresco di stampa, è “L’Anima nell’Oceano”, in cui il navigatore Giancarlo Pedote racconta il suo giro del mondo in solitario (edito da Rizzoli illustrati per Mondadori Electa, 256 pagine, 25 euro). 

libri di mare pedote

Un libro in cui Giancarlo racconta le emozioni che ha visto riflesse nell’Oceano, “personaggi” che ha visto salire a bordo per interrogarlo, provocarlo, contestarlo, tentarlo. Ma soprattutto parla della ricerca di quel qualcosa che anche nel Grande Sud, anche quando il cielo è grigio da giorni e si corre il pericolo di incontrare degli iceberg, riempie le cellule del corpo di sole ed energia: la plenitudine.

Il tutto, vissuto durante una delle gare sportive più dure per le condizioni di vita e per la durata: 80 giorni in mare da soli, in competizione su barche da regata estreme, senza assistenza, senza possibilità di scalo, accompagnati da rumori assordanti, temperature estreme, riflessioni profonde.

Questo libro non è un racconto del Vendée Globe: ne è parte. Quando ero solo, faceva freddo e la barca sbatteva nauseandomi, mi sono sentito sostenuto da tante persone e mi sono sentito un privilegiato a poter essere i loro occhi, il loro olfatto, il loro tatto, tutti i cinque sensi: quando facevo una foto, era per loro, quando raccontavo qualcosa in un video, era per loro. Ho cercato di condividere tutto, perché un’esperienza custodita gelosamente e non condivisa, perde di valore” ha dichiarato Giancarlo Pedote, che racconta: “Quando sono rientrato a casa, mi sono reso conto che non ero riuscito a dire tutto, che tanto c’era ancora da raccontare, inciso a fuoco sotto la pelle. Ed è così che nelle notti insonni, nel tempo che mi restava libero da impegni, ho iniziato a scrivere senza filtri le pagine di questo libro”.

Ricco di immagini fotografiche, introspezione e flashback che rivelano episodi della vita di Giancarlo, “L’anima nell’Oceano” sarà in tutte le librerie a partire dal 30 novembre ed è già possibile preordinarlo sui principali store online.

POTETE ACQUISTARLO QUI


“Scalza, spettinata, abbronzata” di Raffaella Marozzini

Il secondo volume che vi segnaliamo è “Scalza, spettinata, abbronzata” di Raffaella Marozzini (Giulio Perrone Editore, 282 pagine, 18 euro). Il libro narra del giro del mondo in barca che l’autrice romana, mediatore marittimo con la vela nel sangue fin da ragazzina, ha intrapreso assieme al marito su un Etap 39s (poco meno di 12 metri per 3,85), Obiwan.

libri di mare - 1

Perché, secondo noi, va letto? In primis è una storia di grande passione: quella di una donna che alla vela decide di dedicare la vita, lasciando il lavoro, mettendo in affitto la casa e vendendo auto e scooter. Poi, è ricco di considerazioni e consigli utili per chi naviga: Raffaella è partita da Nisyros, in Grecia e attualmente Obiwan si trova in Australia.

Troverete tanti spunti, luoghi, suggestioni che potranno esservi d’ispirazione per la vostra prossima crociera. Soprattutto la parte dedicata alla Polinesia, vi farà venire voglia di mollare tutto e partire alla volta di atolli selvaggi per immergervi tra le mante e per prendere parte, ad esempio, a un pranzo di Natale Fijiano, indimenticabile.

POTETE ACQUISTARLO QUI


“Mal di Terra”, di Tomas Gazo

Il terzo libro che vi presentiamo l’ha scritto il bravo giornalista imperiese Tommasino “Ino” Gazo. E’ un romanzo dal titolo “Mal di Terra” (Gli scrittori della porta accanto, 158 pagine, 9,50 euro).

libri di mare

Questa è la sinossi del romanzo che, alla fine, ha un solo grande protagonista. La passione per la vela.

Anni Cinquanta. Un borgo che respira e vive accanto alla città di Imperia: crocevia anche durante il secondo dopoguerra di tutto il Ponente ligure. Francesco, appassionato di vela, ha venticinque anni e lavora come apprendista maestro d’ascia nel cantiere di padron Berto.

Sole, mare, un mestiere che ha nelle sue vene qualcosa di poetico e di avventuroso allo stesso tempo, un borgo tranquillo in cui villeggiano d’estate numerose ragazze tedesche e provenienti dal Nord Europa. Una vita desiderabile? No. Francesco è in fondo un ragazzo lasciato solo di fronte alla quotidianità: la morte del padre gli ha impedito di laurearsi, gli ha precluso l’opportunità di evadere, se così si può dire, da un mondo che a ben vedere suona gretto, spesso inospitale.

Ma un giorno conosce Elisabetta, giovane milanese venuta a godersi sole e mare e i due si innamorano. Ma lui continua a sentirsi perduto nella distanza che c’è tra i loro due mondi: una Milano che nel dopoguerra inizia a rilanciarsi e una provincia che fatica invece a fare del progresso un’opportunità. Dopo i primi mesi di lontananza, tenuti vivi da lettere d’amore, Elisabetta comunica a Francesco che il loro sentimento è destinato a morire: il padre l’ha promessa sposa a un giovane in grado di risollevare le sorti dell’azienda di famiglia. Lei sparirà, per sempre.

Francesco ha un amico, Leonardo: un compagno di lavoro con il quale litiga sempre, e al quale, anno dopo anno, si avvicina sempre più. I due, insieme, fanno regate, quasi si divertono… inizieranno persino a lavorare alla costruzione di una house boat – una specie di barca che non naviga, una casetta galleggiante – proprio per il padre di Elisabetta: il progetto tuttavia resterà inevaso, lo scheletro della barca a marcire in cantiere.

Passa qualche annetto. Il progresso poi arriva, e sa di plastica e di materiali nuovi con i quali fabbricare imbarcazioni d’ogni tipo e misura: padron Berto chiuderà il cantiere, Francesco e Leonardo cercheranno una nuova vita. Il primo si farà marinaio su mercantili che solcano l’Atlantico, il secondo pescatore e saltuariamente muratore. L’occasione per Francesco arriverà inaspettata: un lontano parente gli lascia in eredità una casa e più di qualche soldo.

Così ecco l’idea, farsi una barca, vivere sul mare durante i mesi in cui non avrebbe navigato sui mercantili. Ma quell’idea, di fronte ad un mondo che non riesce a capire, diventa una scelta di vita definitiva. Partire alla scoperta di un’altra vita, alla ricerca di se stesso. E non ritornare più a terra.

POTETE ACQUISTARLO QUI

 


ABBONATI E SOSTIENICI, TI FACCIAMO DUE REGALI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

The post Libri di mare, tre novità per sentirvi in barca anche a casa appeared first on Giornale della Vela.

NESSUN COMMENTO