Ineos-Mercedes: c’è l’accordo! E gli inglesi ingaggiano il progettista di Luna Rossa

0
136
BRITANNIA testing in Auckland
BRITANNIA testing in Auckland

INEOS TEAM UK second AC75 BRITANNIA testing on the the Hauraki Gulf, Auckland, ahead of the 36th America’s Cup presented by PRADA

Vi avevamo raccontato della spy story che sta vivendo la Coppa America, e della quale al momento non ci sono stati nuovi risvolti ma news interessanti invece arrivano dal fronte sfidanti, protagonista Ineos Team UK. Gli inglesi hanno annunciato infatti quello che è a tutti gli effetti un doppio colpo in chiave 37ma Coppa America: il nuovo capo del design sarà il tedesco Martin Fisher, già capo del progetto di Luna Rossa nella 36ma edizione, la nuova partnership tecnica invece sarà con il team Mercedes di Formula 1.

INEOS CHIEDE L’AIUTO DELLA MERCEDES

La seconda non è una novità assoluta, dato che gli uomini di Toto Wolff, Team Principal della Mercedes in F1, avevano già lavorato sotto traccia alla precedente sfida di Ineos, terminata come noto con la cocente sconfitta in finale sfidanti contro Luna Rossa. Cosa può portare questa collaborazione tecnica? Le ricerche aerodinamiche e sui materiali possono avere diversi punti in comune tra il mondo delle corse in F1 e quello degli AC 75 della Coppa America.

Non sarebbe fra l’altro l’unico ingresso di un team di F1 in Coppa America. Secondo un’indiscrezione riportata da SailWorld la Red Bull sarebbe pronta ad appoggiare da un punto di vista tecnologico, e forse non solo, una possibile (probabile?) sfida di Alinghi. Si riproporrebbe, sia pur in nuova veste, la sfida tra Red Bull e Mercedes, e tra Toto Wolff e Christian Horne (Team Principal Red Bull), anche in Coppa America sulla scia di una contaminazione tra i due sport sempre più marcata.

INEOS PRESENTA IL NUOVO DESIGN COORDINATOR

La notizia che riguarda Martin Fisher ha invece destato qualche stupore. Il tedesco era uno degli uomini cardine del design team di Luna Rossa infatti, ed è lecito chiedersi a questo punto da chi verrà sostituito dato che il team italiano al momento non ha annunciato nessun aggiornamento di organico anche se è lecito pensare che qualcosa sotto traccia si stia muovendo. A questo punto la domanda è: Luna Rossa ha scaricato Fisher, dopo che la barca italiana si è rivelata nettamente inferiore a quella di Team New Zealand in finale, o è avvenuto il contrario? La risposta è al momento custodita nei silenzi del team italiano.

Mauro Giuffrè

AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

 

The post Ineos-Mercedes: c’è l’accordo! E gli inglesi ingaggiano il progettista di Luna Rossa appeared first on Giornale della Vela.

NESSUN COMMENTO