Gli stabilizzatori CMC Marine al METS di Amsterdam

0
73

CMC Marine al METS di Amsterdam per una tre giorni all’insegna del B2B degli accessori nautici. Il Salone olandese aprirà le porte ai responsabili delle aziende dal 16 al 18 novembre e riparte finalmente in presenza, dopo la pausa forzata e causa della pandemia nel 2020.CMC Marine METS 

Fra i grandi protagonisti della kermesse olandese, CMC Marine porterà un brand frutto di un’azienda divenuta leader nel suo settore di riferimento, grazie alla produzione di sistemi di stabilizzazione ad alimentazione elettrica per yacht e superyacht.

CMC Marine vanta inoltre uno storico successo che si rinnova da più di 20 anni. Ed è fiore all’occhiello nel settore accessori da diporto Made in Italy. CEO dell’azienda è Alessandro Cappiello, alla guida di ben 40 dipendenti e artefice di una strategia che mira a penetrare ulteriormente anche i mercati mediorientali.

Quanto al METS giunge quest’anno alla sua 33esima edizione e apre le porte a oltre 1.300 espositori. Il Salone si terrà in modalità-visitatori “ibrida”, quindi in persona e online ma solo per gli addetti ai lavori nel settore nautico e del suo indotto, poiché l’evento non è aperto al pubblico. Per CMC Marine sarà l’occasione giusta per sfoggiare il suo sistema Waveless STAB 25 in modalità funzionante, al pari di come è stato fatto durante il Festival degli Yacht di Cannes quest’anno. 

CMC Marine cosa espone al METS

Waveless STAB  è il nome della gamma stabilizzatori elettrici a pinne di nuova generazione coniato da CMC Marine. Fra le caratteristiche principali di STAB 25 spiccano la velocità, le dimensioni compatte, una rumorosità molto limitata (< 48 dB), il basso assorbimento di potenza. Insieme questi fattori restituiscono un sistema la cui qualità è conclamata dai numerosi award che l’azienda toscana, con sede a Cascina (Pisa), ha saputo incassare negli anni, partendo proprio dal DAME, Premio internazionale ricevuto in occasione del METS tenutosi nel 2011.   

CMC Marine MetsWaveless STAB 25 ha un costo che parte da 43mila euro e, spiega l’azienda: «È stato progettato per essere installato rapidamente e senza stress». Questa pinna stabilizzatrice nasce principalmente per gli yacht con lunghezze comprese fra i 18 metri e i 24 metri. 

Il sistema grazie alle sue qualità costruttive, può essere posizionato e spostato con grande facilità. L’azienda aggiunge inoltre che STAB 25 non necessita di tubazioni e «può essere installato in soli tre giorni, o anche meno». Il prodotto, costruito in vetroresina, non richiede nessun tipo di raffreddamento e la potenza nominale del motore è di 2,0 kW. 

Un’altro gioiellino in esposizione al METS sarà l’HS 60, parte della gamma High Speed System dei sistemi Stabilis Electra. È uno stabilizzatore utile per l’applicazione nelle imbarcazioni oltre i 23 metri di lunghezza ed è dotato al contempo di prestazioni aumentate e ingombro ridotto.   

Questo autunno CMC Marine ha poi partecipato al FLIBS di Fort Lauderdale in Florida, dove ha sede peraltro la divisione aziendale a stelle e strisce “CMC Marine USA”, a sua volta molto attiva nei mercati refit e ‘brand new’ yacht.  

CMC Marine al METS di Amsterdam esporrà all’interno della Hall 7, lo stand è il numero 347. 

The post Gli stabilizzatori CMC Marine al METS di Amsterdam appeared first on Tuttobarche.

NESSUN COMMENTO