Fincantieri, assemblea dei soci approva bilancio 2020

0
92
Fincantieri: l'ad Giuseppe Bono

L’assemblea dei soci di Fincantieri Spa, riunita in un’unica convocazione, ha approvato il bilancio 2020 della capogruppo che chiude con un utile di oltre 963mila euro. L’utile è stato destinato per il 5% a riserva legale e per il restante a riserva straordinaria. In considerazione dell’emergenza sanitaria connessa all’epidemia da Covid-19 e tenuto conto delle previsioni normative emanate per il contenimento del contagio, l’intervento in assemblea da parte degli aventi diritto è avvenuto esclusivamente per il tramite del rappresentante designato dalla Società.
L’assemblea dei soci ha inoltre approvato la proposta di autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie, previa revoca della precedente autorizzazione assembleare del 9 giugno 2020, nonché il Performance Share Plan 2022-2024 per il management di Fincantieri.
L’esercizio 2020 riflette un anno fuori dall’ordinario, caratterizzato da una pandemia che ha colpito l’economia a livello globale e che ha impattato su Fincantieri con una perdita di produzione del 20% rispetto a quanto programmato. Il quarto trimestre conferma il recupero produttivo del Gruppo di Trieste che nel 2021 riprenderà il percorso di crescita con il miglioramento della marginalità e il ritorno all’utile.
Carico di lavoro complessivo per 116 navi, con consegne fino al 2029, ed euro 35,7 miliardi, pari a 6,1 volte i ricavi, di cui soft backlog per circa euro 7,9 miliardi.
“Nel 2020 la pandemia ha messo a durissima prova l’economia mondiale, senza risparmiare alcun settore, tanto meno la grande industria – il commento di Giuseppe Bono, amministratore delegato del gruppo, a margine dell’assemblea – In questo scenario abbiamo dimostrato una notevole capacità di risposta riprogrammando le nostre produzioni anche con la revisione dei processi organizzativi. I risultati del quarto trimestre consolidano il miglioramento già registrato in quello precedente come testimoniato dall’acquisizione di nuovi ordini per 4,5 miliardi di euro, dalla conferma del carico di lavoro complessivo che supera i 35 miliardi e dalle 97 navi con consegne fino al 2029. Possiamo quindi dirci molto soddisfatti della reazione del Gruppo, che grazie ai solidi rapporti con i clienti ha potuto consegnare 7 navi da crociera e ha conseguito successi importantissimi nel militare, a partire dalla storica commessa per le fregate della US Navy. Inoltre, sempre nel 2020, abbiamo continuato a indirizzarci verso comparti ad alta tecnologia, cito per tutti quello delle infrastrutture con il nuovo ponte di Genova con il quale abbiamo dato prova delle nostre capacità di realizzare prodotti molto complessi nei tempi previsti. Di pari passo – ha concluso Bono – con i progressi attesi dal mondo scientifico in tema di cure e vaccinazioni, ci aspettiamo per l’anno in corso una crescita di oltre il 25%, garantita dall’elevato numero di ordini in portafoglio e un ritorno all’utile con il miglioramento della marginalità”.

L'articolo Fincantieri, assemblea dei soci approva bilancio 2020 sembra essere il primo su Gentedimare2.0.

NESSUN COMMENTO