e-dock, a Venezia la rivoluzione della mobilità nautica

0
284
e-dock: nautica elettrificata

Ecomill, prima piattaforma italiana di equity crowdfunding dedicata a progetti nei settori dell’energia, dell’ambiente e del territorio, lancia una nuova campagna con e-concept, una startup innovativa con sede a Venezia che ha concepito e realizzato e-dock, la prima infrastruttura di ricarica per la nautica elettrica, una palina elettrificata per l’alimentazione e la ricarica elettrica di imbarcazioni da diporto, da lavoro o per il trasporto passeggeri (qui il link della campagna di raccolta: https://www.ecomill.it/progetto/?progetto=12377).
e-dock nasce in relazione specifica alla città di Venezia che infatti ha la sua caratteristica peculiare nella nautica come principale sistema di trasporto sia privato sia pubblico. La realizzazione di e-dock rappresenta il primo passo verso la conversione elettrica del settore del trasporto nautico. I motori elettrici marini sono caratterizzati dall’assenza di emissioni chimiche o fisiche nocive per l’ecosistema. L’era fossile dell’energia sta infatti giungendo al termine. Il 30 aprile 2020 il consiglio comunale ha approvato l’adesione del Comune di Venezia al nuovo Patto Globale dei Sindaci per il Clima e l’Energia, che lo impegna a redigere entro il 2022 un nuovo Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC). L’obiettivo del piano è la riduzione delle emissioni di CO2 almeno del 40% entro il 2030 e la neutralità emissiva entro il 2050, inserendosi in un piano più complessivo della Comunità Europea.
e-dock è una palina elettrificata per l’alimentazione e la ricarica elettrica di imbarcazioni. Adotta una presa tipo 2, modo 3, che garantisce i requisiti di sicurezza, allineandosi allo standard di ricarica internazionale previsto nel trasporto terrestre. Stesso cavo, stessa presa, medesime modalità di gestione ed erogazione. La palina contiene la juice box di Enel X che, grazie alla ormai collaudata esperienza nel settore automotive, garantisce un accesso ai servizi di ricarica operabile da diversi fornitori di energia. Il progetto, dunque, nasce dall’integrazione della tecnologia di ricarica elettrica con il design della tipica palina di ormeggio, con l’obiettivo di rispettare l’estetica e il fragile equilibrio del contesto tradizionale veneziano. e-dock, inoltre, è realizzata con le migliori tecnologie disponibili sul mercato e con materiali riciclabili al 100%.
e-concept ha siglato un accordo con Veritas per sperimentare il rifornimento energetico della loro prima barca elettrica in città, in modo da avviare parallelamente l’uso di e-dock sia per le barche private sia per quelle da lavoro adibite al servizio pubblico. Il progetto è stato inserito inoltre nella proposta che ha permesso alla città di Venezia di essere selezionata tra le 126 città europee che partecipano al bando ICC – Intelligent City Challenge. Esperienze, know how, collaborazioni, scambio di dati e di informazioni che permetteranno a Venezia di connettersi da protagonista al resto d’Europa.
“Siamo molto fieri di questo progetto, sia per l’innovatività della palina e-dock che per la visione che e-concept e il suo team stanno portando avanti: la sfida dell’elettrificazione della nautica – raccontano Chiara Candelise e Fabio Malanchini, partner Ecomill – L’impatto su Venezia dell’introduzione di e-dock come facilitatore della nautica elettrica è potenzialmente estremamente elevato. Ma l’implementazione della palina e-dock non si fermerà a Venezia: verrà commercializzata anche in Italia e in altri paesi europei, contribuendo quindi a un disegno ancora più ampio di elettrificazione della nautica e ad un’interessante crescita negli anni a venire per e-concept”.

L'articolo e-dock, a Venezia la rivoluzione della mobilità nautica sembra essere il primo su Gentedimare2.0.

NESSUN COMMENTO