Coppa America: Team New Zealand furibondo, spunta la spy story

0
101
m crop proportional FECIl futuro della Coppa America, alla luce degli ultimi dettagli emersi con un botta e risposta di comunicati stampa, assume i contorni del giallo. Vi avevamo dato notizia di una “proposta indecente”, ad opera del multimilionario neozelandese del settore petrolifero, Mark Dunphy, che si è detto pronto a finanziare team ed organizzazione per l’edizione 37 ma a costo che saltasse la testa del grande capo Grant Dalton, troppo ingombrante con la sua presenza decisionale. Proposta prontamente rispedita al mittente. Ma sembra proprio che Dunphy sia diventato un personaggio chiave di questa vicenda che rende incerta la sede dove si svolgerà la 37ma America’s Cup.

Con un nuovo durissimo comunicato Team New Zealand accusa di fatto Mark Dunphy di tramare alle spalle dei kiwi. Secondo quanto dichiarato dal Team, in maniera indiretta tramite una serie di domande provocatorie che riportiamo di seguito, Dunphy con l’appoggio di Bertarelli e forse anche di Larry Ellison starebbe escogitando una strategia per fare disconoscere Ineos come challenge of record, ipotizzando una causa alla corte Suprema di New York.

LE DOMANDE DI TEAM NEW ZEALAND A MARK DUNPHY

Ha avuto una telefonata con un membro del NYYC che è direttamente coinvolto nell’America’s Cup dove ha chiesto il loro supporto per presentare un’azione presso la Corte Suprema di New York per contestare la validità del Royal Yacht Squadron come Challenger of Record?

-Avete informato il membro del NYYC (New York Yacht Club n.d.r.) che avete il sostegno finanziario di Ernesto Bertarelli e che avete anche comunicato con Larry Ellison?

-Ha avuto qualche incontro con persone che rappresentano o potrebbero essere considerate come rappresentanti di un team rivale che intende partecipare all’AC37?

– Hamish Ross vi rappresentava quando ha fatto pressione sul NYYC via e-mail per avviare un’azione presso la Corte Suprema di New York?

Dunphy quindi secondo i kiwi starebbe tramando per escludere Ineos e il Royal Yacht Squadron come Challenge of Record. Dunphy dal canto suo dice che la sua azione rappresenta solo dei patrioti neozelandesi che vogliono fare si che la Coppa America resti ad Auckland, smentendo i contatti segnalati dai kiwi. Team New Zealand sostiene però di avere copie di mail, registrazioni di chiamate zoom, che testimoniano il filo diretto tra il petroliere, Bertarelli, il New York Yacht Club e forse addirittura altri sfidanti. Non viene espressamente nominata Luna Rossa, ma citano Hamish Ross che è stato a lungo dentro Alinghi.

La sensazione è che i kiwi abbiano paura di essere accerchiati, anche perché da Ineos non sono mai arrivati in queste settimane segnali di appoggio particolari, per un Challenger of Record diventato apparentemente “freddo” rispetto al defender. Anche gli inglesi hanno qualche mal di pancia a proposito della travagliata scelta della prossima sede che New Zealand continua a rinviare? Presto per dirlo, ma certamente la preoccupazione dei kiwi appare sempre più concreta. Tornano vecchi fantasmi: Alinghi, Larry Ellison, lo spettro di una causa alla Corte Suprema. Un bel grattacapo per Grant Dalton e tutto il Team.

Mauro Giuffrè

AIUTACI A TENERTI SEMPRE AGGIORNATO

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo anche un regalo!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

 

The post Coppa America: Team New Zealand furibondo, spunta la spy story appeared first on Giornale della Vela.

NESSUN COMMENTO