C’è un signore italiano a Tahiti che cerca equipaggio per il giro del mondo in barca

0
83
giro del mondo pino lasalandra
giro del mondo

Pino Lasalandra sul suo Nautitech 54 Laura IV, su cui sta facendo il giro del mondo

C’è un signore che è pronto a ospitarvi a bordo del suo catamarano per navigare da Tahiti fino all’Italia, passando per Australia, Asia, Africa e completare il suo giro del mondo. In fondo a questo articolo vi spieghiamo come candidarvi (basta sapere muovervi bene su una barca a vela). Ma procediamo con ordine.

giro del mondo IMG

Pino Lasalandra

Il giro del mondo di Pino Lasalandra

Tutto è iniziato con un sogno diventato realtà. Era la fine del 2019. Il Laura IV insieme alle altre barche che componevano la flotta dell’ARC (Atlantic Rally For Cruiser) faceva rotta con destinazione St. Lucia, punto di arrivo della più grande regata transatlantica “non competitiva”. Ma le intenzioni di Pino Lasalandra erano ben altre.

Il punto di partenza per il giro del mondo

A bordo del suo Nautitech 54 (catamarano di 16,30 x 8,55 m) avrebbe varcato i confini dell’oceano Atlantico e intrapreso una rotta ben più impegnativa che lo avrebbe portato, una volta passato il Canale di Panama, nell’oceano Pacifico e prendere parte al World Arc, il giro del mondo e tornare poi alla darsena Netter, a Fiumara Grande (Fiumicino), che Pino aveva lasciato prima dell’estate del 2019 per imbarcarsi in questa meravigliosa avventura.

Tutto è filato liscio. L’emozione della partenza da Gran Canaria. La traversata atlantica accompagnata dal soffio degli alisei. L’arrivo festoso nell’isola caraibica. Il Natale trascorso a pianificare nel dettaglio la seconda parte del viaggio. Quindi i preparativi per affrontare il trasferimento a vela verso l’Oceano Pacifico. La tappa alle isole San Blas preludio al passaggio per il canale di Panama.

giro del mondo IMG

Una tappa obbligata ma anche un’esperienza densa di emozioni. Infine le porte che si spalancano sulla distesa infinita del Pacifico e un diario di bordo con le pagine che aspettavano di ospitare nuovi capitoli.

Giro del mondo, il covid stravolge i piani

Poi accade quello che meno ti aspetti. Le notizie legate al crescente dilagare della pandemia, che in un primo momento apparivano attutite dalla distanza al punto da risultare quasi un rumore di fondo lontano, hanno iniziato a farsi largo al punto da condizionare lo svolgimento stesso della seconda parte della regata.

giro del mondo

Mentre il Laura IV navigava nelle acque delle Galapagos arriva la comunicazione da parte degli organizzatori di puntare su Nuku Hiva nelle isole Marchesi. Morale, Pino Lasalandra insieme al gruppo di barche che avevano deciso di aderire al World Arc si ritrovano dall’oggi al domani con la regata cancellata e senza più una meta. La progressiva chiusura dei porti, le regole sempre più stringenti legate alle procedure di sbarco, costringono in molti a rinunciare e a trovare soluzioni alternative per far fronte all’emergenza.

Alcuni decidono di tornare indietro, altri di dirigere la prua verso casa, discorso che vale per quei pochi fortunati a livello geografico soprattutto americani, neozelandesi, australiani. Per Pino e il suo equipaggio, tutto italiano, la prospettiva era ben diversa. Mentre erano a Nuku Hiva matura la decisione di non gettare la spugna e di proseguire almeno fino alla Polinesia Francese.

giro del mondo IMG

Si riparte dalla Polinesia

Un viaggio lungo ma pur sempre fattibile. Una tappa intermedia per continuare ad alimentare un sogno che oggi è tornato alla ribalta: il giro del mondo. Sì, perché Laura IV è pronto nuovamente a levare l’ancora per fare rotta sull’Australia. Da Papeete, isola di Tahiti, il viaggio riprenderà tra la fine di febbraio e i primi di marzo del 2022.

Nella prima parte le coordinate tracciate sulla carta nautica portano dritte alle isole Cook, quindi le Fiji, le Vanuatu, la Nuova Caledonia, il continente australiano, e perché no fino alla meta finale in Italia dopo aver toccato i luoghi più affascinanti dell’Asia, dell’Africa, in un viaggio che si annuncia ricco di emozioni e di contenuti.

Pino Lasalandra cerca equipaggio

Ho iniziato questa splendida avventura con le energie, la voglia e l’entusiasmo di regalarmi il sogno di una vita. Poi è successo quello che meno ti aspetti. Nonostante tutto mi sono detto che se non lo faccio adesso non la farò mai più. Ecco perché cerco compagni per navigare assieme, velisti esperti pronti a condividere questa esperienza alla pari. Gli unici requisiti sono: un po’ di inglese, avere una buona esperienza a livello velico, essere mentalmente predisposti ad affrontare lunghe navigazioni. Vedrete che ci divertiremo!”.

Sali a bordo assieme sul Nautitech 54 con Pino

Volete salire a bordo del Laura IV, il catamarano di Pino, e partire per il giro del mondo assieme a lui? Candidatevi mandando un curriculum alla mail laura4aroundtheworld@gmail.com

M.Z.


ABBONATI E SOSTIENICI, TI FACCIAMO DUE REGALI!

I giornalisti del Giornale della Vela, si impegnano ogni giorno a garantire informazione di qualità, aggiornata e corretta sul mondo della nautica in modo gratuito attraverso i siti web. Se apprezzi il nostro lavoro, sostienici abbonandoti alla rivista. L’abbonamento annuale costa solo 49 euro e ti facciamo due regali!

SCOPRI IL CANALE YOUTUBE DEL GIORNALE DELLA VELA

Ogni giorno interviste, prove di barche, webinar. Tutta la vela, minuto per minuto. Ma in video! CLICCA QUI per iscriverti, è gratis!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Per rimanere aggiornato su tutte le news dal mondo della vela, selezionate dalla nostra redazione, iscriviti alla newsletter del Giornale della Vela! E’ semplicissimo, basta inserire la tua mail qui sotto, accettare la Privacy Policy e cliccare sul bottone “Iscrivimi”. Riceverai così sulla tua mail, due volte alla settimana, le migliori notizie di vela! E’ un servizio gratuito e ti puoi disiscrivere in qualsiasi momento, senza impegno!


Una volta cliccato sul tasto qui sotto controlla la tua casella mail

Privacy*

 

The post C’è un signore italiano a Tahiti che cerca equipaggio per il giro del mondo in barca appeared first on Giornale della Vela.

NESSUN COMMENTO