A Porto Santo Stefano ad Artemare Club un omaggio storico al Salone Nautico di Genova

0
189

La domenica di 67 anni in tutte le edicole nazionali e non solo veniva esposta per la vendita la Domenica del Corriere, il settimanale italiano più popolare fondato a Milano nel 1899 e chiuso nel 1989, con la copertina dedicata al primo vero Salone Nautico di Genova, illustrata da Walter Molino. Questo rarissimo documento datato 6 ottobre 1963 di grande valore collezionistico è in mostra presso la sede operativa di Artemare Club nel Corso antico di Porto Santo Stefano insieme a una cartella e un libro che ripercorrono gli eventi del Salone Nautico di Genova fino a oggi.

Si, perché è antica la storia del Nautico di Genova, nasce come una sezione della Fiera campionaria di Milano del 1961 che viene spostata a Genova l’anno successivo per dar vita negli anni successivi al Salone Nautico, una piccola esposizione che si snodava su circa 30 mila metri quadri e destinata a un pubblico limitato con 585 espositori. Dal 1964 la manifestazione si assesta e diviene membro dell’I.F.B.S.O., l’organizzazione internazionale dei saloni nautici, nata lo stesso anno. All’inizio degli anni Settanta, la rassegna è già un riferimento internazionale della nautica con 250 giornalisti e 1.200 e barche esposte. Dal 1966 c’è anche l’Ucina, l’associazione che raggruppa i cantieri nautici. Gli anni che seguono mettono in luce sempre più la rassegna genovese in tutti i paesi europei e anche. “Il Nautico”, così viene chiamato da tutti i filonauti, è già divenuto l’appuntamento importante quello da non perdere per l’industria del settore, aumenta il pubblico, che proviene da 39 paesi diversi e anche gli espositori e le nazioni da cui provengono, le barche esposte sono sempre in numero maggiore. Gli anni dal 1980 in poi sono una vero e proprio boom, nel 1985, la rassegna viene visitata da 8 milioni di persone.  Gli Anni Novanta sono la testimonianza che l’industria della nautica è un importante settore dell’economia nazionale che continua anche nel Terzo Millennio, nonostante le crisi economico-finanziarie che si susseguono, con la conferma dell’esclusività della rassegna genovese.

Il 60° Salone Nautico di Genova, il primo del settore nel mondo nell’era delle manifestazioni anticovid, ha preso il largo giovedì scorso ed è visitabile fino al prossimo martedì 6 ottobre. Il salone si estende su 200 mila metri quadrati di superficie espositiva, fra terra e mare, riproponendo la formula multi specialista che ha caratterizzato le ultime due edizioni, l’offerta 2020 si articola in un Salone TechTrade, dedicato alla componentistica e agli accessori, un Salone della Vela – Sailing World, uno per il mondo del fuoribordo – Boat Discovery e uno per Yacht e Superyacht.

Alcune curiosità storiche: l’imbarcazione più lunga mai ospitata dal Salone nautico internazionale di Genova è il megasailer Maltese Falcon, costruita dal cantiere Perini Navi, con i suoi 88 metri e mezzo di lunghezza fuori tutto si è aggiudicata il record, il Salone nautico è stato visitato per due volte da un Presidente della Repubblica nel 1986 da Francesco Cossiga, in forma privata e nel 2018 in forma ufficiale da Sergio Mattarella.

 

Artemare Club

05641937299 – 3396930708

L'articolo A Porto Santo Stefano ad Artemare Club un omaggio storico al Salone Nautico di Genova sembra essere il primo su Nautica Editrice.

NESSUN COMMENTO