The Italian Sea Group pronta a rilevare Perini Navi

0
363
The Italian Sea Group: Giovanni Costantino The Italian Sea Group: Giovanni Costantino The Italian Sea Group nuovo varo

Colpo di scena sul dossier Perini Navi, storico marchio viareggino dichiarato fallito dal tribunale di Lucca nei giorni scorsi. Oltre a Ferretti Group e Sanlorenzo, entra in gioco anche The Italian Sea Group, operatore globale della nautica internazionale. L’azienda, che fa capo all’imprenditore italiano Giovanni Costantino – recita un breve comunicato – ha dato mandato ai propri consulenti di verificare sin da ora contenuti, tempi e modalità di partecipazione alla futura procedura competitiva del fallimento Perini Navi”.
The Italian Sea Group si pone l’obiettivo di valutare attentamente e verificare, una volta identificati i cespiti che verranno appresi all’attivo fallimentare, se esistano i presupposti e le condizioni per prendere parte alla eventuale procedura di asta competitiva. Fonti bene informate sono pronte a scommettere che alla fine la spunterà proprio il gruppo guidato da Giovanni Costantino. La partita, quindi, da oggi si gioca in tre, salvo ulteriori colpi di scena.
In particolare il gruppo toscano (Marina di Carrara) ritiene che “mantenere in Italia uno storico brand come Perini Navi – protagonista della vela di lusso a livello mondiale – rappresenti un interesse strategico anche per il nostro Paese”.
Nel maggio 2020 il gruppo toscano aveva sottoscritto con UniCredit e Deutsche Bank un contratto di finanziamento per un importo massimo fino a 20 milioni di euro a supporto del piano pluriennale di investimenti, finanziamento destinato ad ampliare gli spazi produttivi e le attività di refitting che vengono effettuate nel bacino di carenaggio utilizzato insieme con le banchine e le altre facilities presenti all’interno del cantiere.

IL GRUPPO IN BREVE 
Operatore globale della nautica internazionale, è attivo nella costruzione e refit di motoryacht e navi fino a 100 metri. L’azienda, che fa capo all’imprenditore italiano Giovanni Costantino, opera sul mercato con i brand Admiral, rinomato per i prestigiosi ed eleganti yacht, e Tecnomar, conosciuto per la sportività, il design all’avanguardia e le alte performance dei suoi yacht; ha una business unit che gestisce il servizio di riparazioni e refit con focus su yacht e megayacht di lunghezza superiore ai 60 metri.
Situato nel cuore del rinomato distretto italiano della nautica (Marina di Carrara), The Italian Sea Group, ricostruito su un’area di oltre 100mila metri quadrati di cui 30mila dedicati all’attività di refitting, vanta oggi facilities uniche al mondo: 2.500 metri di banchina e 200 metri di bacino di carenaggio, spazi produttivi che ne fanno la più grande struttura nautica del Mediterraneo e che hanno consentito, negli anni, di sostenere l’incremento dimensionale delle commesse; 11 distinte aree produttive, 1.000 tonnellate di capacità di sollevamento e chiatta galleggiante per sollevamento di megayacht fino a 100 metri, con portata di 2.700 tonnellate.

L'articolo The Italian Sea Group pronta a rilevare Perini Navi sembra essere il primo su Gentedimare2.0.

NESSUN COMMENTO