#Sperlonga rappresenta una delle perle della provincia pontina

0
762
sperlonga spiaggia

Sperlonga sorge su uno sperone di roccia, la parte conclusiva dei Monti Aurunci, è conosciuta soprattutto per le sue spiagge e il suo splendido litorale. Ma Sperlonga è anche molto altro, chiese, palazzi, monumenti per una fusione tra bellezze naturali, cultura, arte e storia.

Fai un’escursione a Sperlonga con il gommone: guarda le offerte

Il centro storico di Sperlonga ha origini antichissimee che risalgono addirittura all’epoca romana, di cui sono rimaste alcune tracce come della successiva età medievale, di cui si conservano le due due porte d’ingresso principali e quelli delle tre torri di avvistamento costiere. Il centro si contraddistingue per i suoi vicoli stretti, le sue gradinate e le sue case bianche fino alla centralissima piazzata che ricorda quella caratteristica di Capri.

In pieno centro storico si trova Sanctae Mariae de Sperlonche, la chiesa più antica del paese. Edificata nei primi anni del XII secolo, è già menzionata in un documento del 1135 del Codex Caietanus come un importante luogo di culto del Sud Lazio.

Caratteristiche di Seprlonga anche le Torri di avvistamento, costruite intorno al 1500 proprio per difendersi dagli attacchi in mare. La più famosa è la Torre Truglia che sorge su uno scoglio in pietatr viva sulla punta estrema del promontorio di Sperlonga; spicca per il suo colore bianco da lì si può ammirare tutto il panorama mozzafiato della cittadina pontina. Il sitema di difesa costiera di Sperlonga era completato dalla Torre del Nibbio e dalla Torre di Capovento.

Annesso alla Villa di Tiberio, il Museo Archeologico di Sperlonga è stato realizzato agli inizi degli anni Sessanta ed ospita pregevoli reperti scultorei. Come non citare i celebri gruppi marmorei con cui sono raccontati quattro episodi dell’epos omerico: l’assalto di Scilla alla nave di Ulisse, l’accecamento del ciclope Polifemo, il ratto del Palladio e Ulisse che solleva il cadavere di Achille. Le sculture rinvenute in migliaia di frammenti, sono frutto di un lungo lavoro di restauro non ancora compiuto. Nel Museo sono poi esposti altri pregevoli reperti, in gran parte scultorei, riferibili all’apparato ornamentale della villa (immagini di divinità, ritratti, soggetti mitologici) oltre che suppellettili e manufatti.

Fai un’escursione a Sperlonga con il gommone: guarda le offerte

Imperdibile se vi ntrovate a Sperlonga la Villa, con la relativa grotta, di Tiberio. La residenza imperiale decorata all’epoca dell’imperatore Tiberio- di cui rimangono a Sperlonga ancora cospicui resti – lungo la spiaggia di levante e comprendeva, oltre ai quartieri di servizio e quelli più propriamente abitativi, un impianto termale, manufatti per le riserve d’acqua e un attracco privato. La grotta comprende una vasta cavità principale, preceduta da una ampia vasca rettangolare (peschiera) con acqua marina, al cui centro era stata realizzata un’isola artificiale che ospitava la caenatio (sala da pranzo) estiva. La vasca comunicava con una piscina circolare (diametro di 12 m), posta all’interno della grotta, dove era stato collocato il gruppo di Scilla.

Ed infine, le bellissime spiagge di Sperlonga, famose in tutta Italia e nel mondo per la loro indiscussa bellezza. Mare cristallino e lunghissime spiagge con sabbia chiara e finissima a partire da Terracina si estendono per circa 10 chilometri; qui si possono trovare le spiagge Fontana, Canzatora, Salette, Bonifica. Irrinunciabile la spiaggia dell’Angolo con la grotta di Tiberio che si trova nella parte al di là del paese –  tra le più belle in Italia, poi quella di Bazzano, circondata da una rigogliosa e profumata flora mediterranea, fino all’ultima, quella delle Bambole, sulla quale si apre l’omonima grotta.

Fai un’escursione a Sperlonga con il gommone: guarda le offerte

NESSUN COMMENTO

Rispondi