Sanlorenzo ricompra il 23% da Sundiro

0
39
Sanlorenzo ricompra il 23% di Sundiro Holding

Sanlorenzo ricompra il 23% ceduto nel 2013 ai cinesi di Sundiro Holding e torna tutta italiana. Lo riporta Il Sole 24 Ore. Sundiro era entrato nel capitale dell’azienda di Massimo Perotti come socio industriale per sviluppare il potenziale del mercato cinese delle barche di piccole dimensioni, non a marchio Sanlorenzo. Nel luglio 2018, invece, Perotti aveva riacquistato quel 16% ceduto nel 2010 a Fondo Italiano di Investimento. Il nuovo assetto, quindi, vede la famiglia Perotti, attraverso la Holding Happy Life (che fa capo a Massimo Perotti e ai figli Cecilia e Cesare) al 96% e il management al 4 per cento.
“Se abbiamo potuto fare l’operazione è perché siamo usciti dal periodo di crisi economica e stiamo raccogliendo i risultati del duro lavoro fatto – spiega al Sole 24 Ore Massimo Perotti, presidente e amministratore delegato di Sanlorenzo – Siamo un’azienda al 100% italiana a partire dal management fino al design e alla fattura. Per costruire un 45-50 metri sono necessarie un milione di ore di lavoro e il nostro è tutto made in Italy: dai tessuti ai marmi, dai legni agli acciai fino all’ impianto audiovideo. Abbiamo registrato – aggiunge – una crescita del fatturato dai 300 milioni del 2017 ai 380 del 2018 e stimiamo una crescita del 20% per il 2019. A oggi abbiamo un portafoglio ordini di 500 milioni fra il 2019 e il 2020. Il 90% del nostro fatturato riguarda l’estero, con un peso del 65% dell’Europa, del 20% delle Americhe e del 15% dell’area Apac. Secondo il piano, infine, continuiamo a investire sia in nuovi prodotti sia in capacità produttiva: 100 milioni nel triennio 2018-2020 a fronte di una posizione finanziaria netta negativa per 20 milioni”.
Infine, Massimo Perotti si è soffermato sullo sviluppo attraverso i nuovi talenti, giovani da inserire in azienda e per i quali ha fondato la Sanlorenzo Accademy.

L'articolo Sanlorenzo ricompra il 23% da Sundiro sembra essere il primo su Gentedimare2.0.

NESSUN COMMENTO