Redentore: è la festa più sentita dagli abitanti di Venezia

0
406
redentore
redentore

Il Redentore è una delle festività più importanti per i veneziani.

Il redentore celebra la fine della peste avvenuta nel 16° secolo. Questa festa è famosa per il magnifico spettacolo pirotecnico e si svolge nel Bacino di San Marco. È tradizione godersi i fuochi dalle migliaia di barche che puntualmente si radunano per l’occasione.

Il Redentore cade la terza Domenica di luglio e attira migliaia di turisti venuti da tutto il mondo per godersi i fuochi durante una delle tante feste in barca.

Nel 1575 l’Italia fu investita da una tremenda peste che dilagò per la città di Venezia.

Tutti i mendicati della città venivano arrestati perché erano gli individui più soggetti a contrarre il morbo. Il doge esortò il popolo a pregare e deliberò la costruzione di un tempio votivo dedicato al Redentore.

Il Governo affidò l’incarico ad Andrea Palladio. La sede scelta fu l’isola della Giudecca e la prima pietra fu posta il 3 maggio del 1577. La fine del morbo fu annunziata nel luglio dello stessa anno nella Basilica di San Marco. Si costruì allora un ponte di barche da Piazza San Marco alla Giudecca per far passare la processione.

La festa si svolge tuttora.

Un tempo era preceduta da numerosi preparativi; a poco a poco si cominciò a festeggiarla sin dalla vigilia perché molta gente per paura di non trovare posto per le cerimonie prese l’abitudine di recarsi alla Giudecca sin dalla sera prima trascorrendovi la notte. Così sorsero delle cucine ambulanti per chi, sulla riva, nelle calli e nei giardini o nella barche passava la sera e la notte in attesa delle cerimonie.
Diventò così la Sagra del Redentore o il Redentor, dove famiglie intere del popolo o della nobiltà e gruppi di amici restavano alla Giudecca a mangiare, bere e fare festa, tutti assieme e per tutta la notte.
Alle 23.30 inizia il gioco pirotecnico. Il ponte di barche viene costruito ancora oggi, inizia dalle Zattere e, attraversando il canale della Giudecca, arriva proprio davanti al Tempio del Redentore.

Leggi di più su Venezia…

NESSUN COMMENTO

Rispondi