Nautico, primo Design Innovation Award: i vincitori

0
260
Nautico: da sinistra Piero Formenti, Saverio Cecchi e Marina Stella Nautico: da sinistra Piero Formenti, Saverio Cecchi e Marina Stella Andrea e Giangi Razeto

Terza giornata del 60°Salone Nautico ricca di eventi. A cominciare dalla prima edizione di Design Innovation Award, il premio istituito da Confindustria Nautica e I Saloni Nautici, con l’obiettivo di sostenere e incoraggiare l’eccellenza della Nautica e valorizzare l’innovazione promossa dagli espositori attraverso i loro più recenti prodotti. Il premio è dedicato ai prodotti esposti al Salone Nautico presentati nell’ultimo anno.
La giuria internazionale era omposta da Silvia Piardi, Franco Michienzi, Andrea Pagnin, Justin Ratcliffe, Philip Easthill, Luisa Bocchietto.
“Quella di quest’anno – ha spiegato Bocchietto – è l’edizione zero di un premio che si consoliderà nei prossimi anni in occasione del Salone Nautico per mettere in evidenza i prodotti più innovativi. I valori che abbiamo voluto esprimere attraverso la premiazione sono la ricerca, l’innovazione, la qualità tecnica, la qualità formale e la sostenibilità”.

I VINCITORI DELLA PRIMA EDIZIONE
Imbarcazioni a vela da crociera: prodotto vincitore: SWAN 65, produttore Nautor’s Swan per la qualità tecnica e formale delle soluzioni offerte, che garantiscono la continuità di una produzione industrializzata di imbarcazioni di altissima gamma. Per la capacità di evolvere il linguaggio progettuale, restando fedeli alla propria tradizione.
Imbarcazioni a vela da regata: Mylius 80 FD, produttore Mylius Yachts per la coerenza di design raggiunta tra tecnica costruttiva e il linguaggio formale utilizzato, sia per gli esterni sia negli interni, per la ricerca e applicazione vincente di materiali innovativi che garantiscono alte prestazioni.
Unità pneumatiche: Coaster 650 Plus. produttore Joker Boat per la capacità di rispondere in modo coerente a un mercato più ampio di utenti, con un prodotto di alta qualità e funzionalità, nell’ambito di una dimensione contenuta.
Imbarcazioni a motore da 10 a 24 m: dotto vincitore: TT460, produttore Invictus Yachts, per la cura nel dettaglio e la forma innovativa.
Superyacht (oltre 24 metri): SX112, produttore Sanlorenzo Yacht, per l’innovazione formale che contraddistingue il cantiere e che continua a evolversi, proponendo ricerche distributive che permettono di esaltare l’esperienza di vivere il mare. Per la qualità tecnica delle finiture e delle soluzioni adottate.
Accessori ed equipaggiamenti nautici: Seadrive Electric Pod, produttore Seadrive, espositore Saim, per la versatilità d’uso che lo rende adattabile a diversi tipi di imbarcazioni e funzioni, per la manovrabilità aumentata, per la sua conformazione compatta e per la sostenibilità grazie al ridotto impatto su flora e fauna marina.
Menzione d’onore: Ecoprimus, produttore: Northern Light Composites, per l’approfondita ricerca di materiali ecocompatibili utilizzati e l’attenzione al recupero del materiale a fine vita del prodotto; per l’interesse dedicato a una tipologia che promuove lo sport della vela tra i giovani e la passione e la competenza dimostrata da una start-up.
Premio speciale all’innovazione: Mambo-Motor Additive Manufacturing Boat, produttore Moi Composites, per la ricerca avanzata nel campo della tecnologia CFM combinata con i vantaggi della stampa 3d, che permettono la riduzione degli investimenti in stampi e la possibilità di sperimentare forme innovative. In evidenza e rilevante la collaborazione tra i diversi partner industriali.
Premio speciale alla carriera: F.lli Razeto & Casareto per un’azienda del settore, impegnata nella produzione di accessori nautici, espositore presente e attivo del Salone, che celebra quest’anno i suoi cento anni di attività. Per la passione e continuo investimento in innovazione nell’ampliare la propria gamma, introducendo nuovi materiali e affrontando nuovi ambiti di ricerca.

LE RETI D’IMPRESA DELLA NAUTICA
Il seminario Le Reti d’impresa della nautica – Dall’analisi degli scenari a una piattaforma blockchain per proporre idee digitali di rete ha costituito un momento di approfondimento e confronto con gli operatori del settore nautico sul fenomeno delle reti d’impresa e sulle opportunità che tale strumento offre per la crescita innovativa e competitiva della filiera. Nel corso del seminario sono stati presentati i principali risultati dell’indagine “Le imprese della filiera nautica in Rete”, realizzata da RetImpresa e Confindustria Nautica. Nella seconda parte dell’evento è stata presentata in anteprima nazionale RetImpresa Registry, la piattaforma di open innovation per condividere idee di rete tra imprese tramite blockchain e favorire la creazione di identità digitali di rete.
“Con questo incontro abbiamo voluto fornire ai nostri imprenditori nuovi spunti per possibili collaborazioni tra le aziende, nella prospettiva di una sinergia per la valorizzazione del made in Italy. – ha spiegato Alessandro Gianneschi, vce presidente Confindustria Nautica e consigliere RetImpresa – Le reti di impresa dimostrano grande potenzialità, in particolare in funzione di sostegno all’internazionalizzazione e della partecipazione a bandi e finanziamenti, per cui la rete costituisce un plus”.
Per Carlo La Rotonda, direttore Retimpresa, “I dati dicono che 662 imprese nella filiera nautica sono in rete con 409 contratti di rete e che la nautica fa rete anche con le altre filiere, soprattutto al nord. I numeri sono importanti in percentuale: dal 19 agosto 2019 al 19 agosto 2020 la crescita è stata del 19-20% nelle reti, con la prevalenza della parte commerciale e tendente al mercato”.

EVENTI COLLATERALI
La terza giornata del Salone Nautico è stata dedicata agli eventi organizzati dalla Federazione Italiana Vela, presente, come ogni anno, con un suo stand nell’area Sailing World sotto la grande tensostruttura davanti alla darsena e protagonista di una serie di appuntamenti che si sono svolti tra lo stesso stand Federale e la sala stampa. Nella prima parte della giornata, spazio alle scuole di vela, nell’incontro La Bussola Ritrovata, il boom estivo delle scuola vela federali, con il presidente FIV Francesco Ettorre e la vice presidente del CONI, nonché responsabile dell’attività giovanile federale, Alessandra Sensini. A fine evento, sono state premiate le dieci migliori Scuole Vela dei Circoli Velici FIV, con primo premio consegnato allo Windsurfing Club Cagliari. A seguire, sono state presentate la Regata delle Torri Saracene, evento a tappe riservato alle barche d’altura, e il progetto e-learning in collaborazione tra la Federazione Italiana Vela e l’Università di Roma La Sapienza, rappresentata per l’occasione dalla professoressa Barbara Mazza. Tra le presentazioni delle novità di prodotto anche ilGrand Soleil 44, presentato al pubblico per la prima volta. Il 13,40 metri del Cantiere del Pardo completa la gamma Performance di Grand Soleil Yachts, dedicata agli armatori più sportivi e alla ricerca di un’imbarcazione dalle alte prestazioni, capace di dare risultati anche in regata.

L’ASSEMBLEA GENERALE DI CONFINDUSTRIA NAUTICA
Il 60° Salone Nautico è stato anche l’occasione per un momento importante di confronto e di intensa attività di organizzazione associativa di Confindustria Nautica. Si è svolta, infatti, lassemblea Generale dell’associazione, nel corso della quale è stata sancita la costituzione della IX Assemblea di Settore, dedicata alle aziende di locazione e noleggio delle unità da diporto. La nuova assemblea ha poi votato il proprio presidente e i componenti del consiglio di presidenza. Simone Morelli della North Sardinia Sail è stato quindi nominato presidente dell’assemblea del Settore 9. Ecco i consiglieri: sono stati eletti Santi Ilacqua di Sunsicily, Sebastiano Iuculano di Mediterranean Blue Services, Alessandro Picciau di Cagliari Sailing Charter e Stefano Pizzi di Spartivento Group.
Si è riunita, infine, l’assemblea del settore 8 (Aziende di Reti di vendita e assistenza nautiche), alla presenza del presidente di Confindustria Nautica Saverio Cecchi, del vice presidente Piero Formenti e del direttore generale Marina Stella, per votare presidente e consiglieri. Ecco i consiglieri letti: Salvatore Grasso – Fimarsud, Peter Mancini – Calpasen, Nunzio Daniele Lombardi – Nautica Rio Martino, Emanuele Messina – Nautica Ispra, Stefano Napoli – Milnautica, Lorenzo Piazzolla – Nauty Sport. Il presidente dell’assemblea è Luca Pavia di Maresport Team.
“Confindustria Nautica è fortemente impegnata nella sua missione di rappresentanza di tutta la filiera della nautica da diporto, aziende grandi e piccole – ha detto Saverio Cecchi, presidente di Confindustria Nautica – Oggi abbiamo compiuto un ulteriore passo in avanti in funzione di una sempre maggior rappresentatività per le aziende associate, con la costituzione della IX Assemblea di settore in seno all’Associazione, che fa seguito alla costituzione dell’ottava, riconoscendo l’importante ruolo del charter per il comparto nautico”.

L'articolo Nautico, primo Design Innovation Award: i vincitori sembra essere il primo su Gentedimare2.0.

NESSUN COMMENTO