Monte Argentario: rara bellezza quasi completamente circondato dal mare

0
350
monte argentario
monte argentario

Il promontorio del Monte Argentario è unito alla terraferma dalle due spiagge della Giannella e della Feniglia.

Molti sono i luoghi del Monte Argentario che meritano una visita, vi raccontiamo di seguito i principali.

Il comune di Monte Argentario, in provincia di Grosseto, deve il nome all’omonimo promontorio che si protende nel Mar Tirreno; i due centri abitati che lo costituiscono sono Porto Santo Stefano e Porto Ercole. Monte Argentario originariamente era un’isola, successivamente ancoratasi alla costa tirrenica per l’accumulo dei detriti.

Storia di Monte Argentario

I primi insediamenti umani all’Argentario risalgono ad epoche remote, come attestano i numerosi reperti archeologici rinvenuti nella zona. Il promontorio era abitato già al tempo degli etruschi; con la conquista romana la località venne ceduta alla famiglia degli Enobarbi Domizi. Nel Medioevo la zona rimase a lungo quasi del tutto disabitata. Le cose cambiarono intorno al 1500 con l’occupazione spagnola; in pochi anni, gli Spagnoli trasformarono il Monte Argentario in una formidabile macchina bellica. Dopo la parentesi napoleonica nel 1815 i possedimenti spagnoli passarono al Granducato di Toscana e poi furono annessi al Regno d’Italia.

Cosa vedere a Monte Argentario

Molti sono i luoghi che meritano una visita a Monte Argentario primi fra tutti le spiagge sabbiose bagnate da acque cristalline e le calette incontaminate raggiungibili via mare. Per godere a pieno della bellezza del territorio si consiglia di percorrere la strada panoramica che va da Porto Santo Stefano a Porto Ercole, costeggiando la parte del promontorio che affaccia direttamente sul Mar Tirreno. Molte sono le antiche torri costiere di avvistamento come la torre di Capo d’Uomo, a picco sul mare. Salendo poi fino alla sommità del Monte Argentario è possibile vedere distintamente la laguna di Orbetello, oltre alle isole del Giglio, di Giannutri e Montecristo: lo spettacolo che ci si trova davanti agli occhi è meraviglioso.

Puoi anche raggiungerle noleggiando un barca.

Dopo una giornata trascorsa in spiaggia, l’ideale è una serata a Porto Ercole o a Porto Santo Stefano, dove si può passeggiare sul lungomare o raggiungere la Fortezza Spagnola che domina il paese, magari dopo aver cenato in uno dei numerosi ristoranti con le terrazze affacciate sull’acqua.

NESSUN COMMENTO

Rispondi