Leasing: Cessione Barca con Leasing FAC SIMILE

0
466
Leasing
Leasing

Contratto di cessione del diritto di utilizzo derivante da un contratto di leasing avente per oggetto unità da diporto

Stipulato a:

in data:

Con il presente contratto di cessione del diritto di utilizzo derivante da un contratto di leasing avente per oggetto unità da diporto fatto in duplice originale e composto da Parte I, Parte II, Appendice ‘A’, Appendice ‘B’ ed eventuali allegati, da valere ad ogni effetto di legge anche se firmato via fax, tra le Parti sotto indicate si conviene quanto segue.

 

PARTE I – PREAMBOLO

 

  1. CEDENTE (da qui in poi chiamato “Cedente”) quest’oggi si impegna a cedere il diritto di utilizzo derivante dal contratto di locazione finanziaria avente per oggetto l’unità da diporto individuata al punto C) alle condizioni contenute nel presente contratto.

 

  1. CESSIONARIO (da qui in poi chiamato “Cessionario”) quest’oggi si impegna a rilevare il diritto di utilizzo derivante dal contratto di locazione finanziaria avente per oggetto l’unità da diporto individuata al punto C) alle condizioni contenute nel presente contratto.

 

  1. UNITÀ DA DIPORTO (da qui in poi chiamata “Unità”)

Denominata: Bandiera:

Sigla di iscrizione:

Lunghezza f.t.:

Costruita da:

Anno di costruzione:

meglio descritta e con tutto quanto specificato nella Appendice ‘A’ allegata al presente contratto.

 

  1. SOCIETÀ DI LEASING (da qui in poi chiamata “Società di Leasing”)

 

  1. ESTREMI DEL CONTRATTO DI LEASING

 

  1. PREZZO DI CESSIONE (da qui in poi chiamato “prezzo”)

Euro

 

  1. DEPOSITO CAUZIONALE

Euro

 

 

  1. VERIFICHE ALL’UNITÀ

Luogo

Data

 

  1. STIPULA CONTRATTO DI SUBENTRO – CONSEGNA

Data

Luogo

 

  1. MEDIATORE MARITTIMO – DEPOSITARIO

 

  1. PROVVIGIONE

A carico del Cedente:

A carico del Cessionario:

 

Con la firma del presente contratto, composto da PARTE I, PARTE II, Appendice ‘A’, Appendice ‘B’ ed eventuali allegati, il Cedente ed il Cessionario dichiarano di averlo letto, concordato ed approvato in ogni sua parte; il Mediatore Marittimo lo sottoscrive solo in detta qualità e per accettazione dell’incarico di Depositario.

 

 

Il Cedente Il Cessionario Il Mediatore Marittimo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PARTE II – CONDIZIONI GENERALI

 

  1. CONTRATTO – Il presente contratto è stipulato al fine di definire tra il Cedente ed il Cessionario le condizioni che regolano l’operazione di cessione in favore del Cessionario di tutti gli obblighi e i diritti che il Cedente ha in conseguenza del Contratto di Leasing da lui sottoscritto originariamente in qualità di Utilizzatore ed avente per oggetto l’unità. Il presente contratto è composto da Parte I, Parte II, Appendice ‘A’ (descrizione dell’unità), Appendice ‘B’ (piano di ammortamento finanziario) ed eventuali ulteriori allegati ed entra in vigore ed obbliga il Cedente ed il Cessionario dal momento in cui:
  2. I) è stato firmato dal Cessionario;
  3. II) è stato controfirmato per accettazione dal Cedente entro e non oltre 3 giorni lavorativi da quando è stato firmato dal Cessionario.

Con la firma del presente contratto:

III) il Cedente ed il Cessionario si impegnano rispettivamente a cedere e a subentrare nel diritto di utilizzo derivante dal contratto di locazione avente per oggetto l’unità come sopra individuata e meglio descritta nella Appendice ‘A’ ivi allegata, per il prezzo pattuito, alle condizioni previste dal presente contratto.

  1. IV) il Cedente si impegna a non intraprendere ulteriori trattative con altri Cessionari mentre il presente contratto è in vigore.
  2. V) il Cedente si impegna a comunicare per iscritto alla Società di Leasing l’intenzione di trasferire al Cessionario tutti gli obblighi e i diritti derivanti dal Contratto di Leasing avente per oggetto l’unità, come sopra individuata e meglio descritta nella Appendice ‘A’ ivi allegata, sottoscritto originariamente in qualità di Utilizzatore dal Cedente.
  3. VI) il Cessionario si impegna a fornire prontamente alla Società di Leasing tutti i documenti che saranno richiesti al fine di autorizzare il Cessionario a subentrare in tutti gli obblighi e i diritti derivanti dal Contratto di Leasing avente per oggetto l’unità, come sopra individuata e meglio descritta nella Appendice ‘A’ ivi allegata, sottoscritto originariamente in qualità di Utilizzatore dal Cedente. La stipula del contratto di subentro con la Società di Leasing deve avvenire entro e non oltre la data indicata nella PARTE I, voce I), salvo patto contrario.

 

  1. DEFINIZIONI
  2. I) Cedente: la parte che ha sottoscritto in origine il Contratto di Leasing relativo all’unità in qualità di Utilizzatore e intende cedere totalmente al Cessionario gli obblighi e i diritti che gli derivano dal medesimo, ivi compreso il diritto di utilizzo.
  3. II) Cessionario: la parte che intende subentrare al Cedente in tutti gli obblighi e i diritti derivanti dal Contratto di Leasing relativo all’unità sottoscritto in origine dal Cedente.

III) Società di Leasing: è la proprietaria dell’unità che svolgendo in via prevalente l’attività di locazione finanziaria al solo ed esclusivo scopo di concederne l’utilizzo, ha concesso originariamente al Cedente il diritto di utilizzo dell’unità attraverso la stipula di un Contratto di Leasing e ha facoltà di concederne a sua discrezione la cessione, in tutto o in parte, al Cessionario.

  1. IV) Contratto di Leasing: contratto di locazione finanziaria con opzione d’acquisto finale avente per oggetto l’unità, stipulato originariamente tra la Società di Leasing ed il Cedente.
  2. V) Mediatore Marittimo: intermediario professionale abilitato ai sensi della Legge n. 478/1968.

 

  1. PREZZO – Il prezzo, come indicato nella PARTE I, voce F), rappresenta il valore commerciale attribuito all’unità al momento della firma del presente contratto da parte del Cessionario ed è costituito:
  2. I) dal debito residuo complessivo che il Cedente deve ancora corrispondere alla Società di Leasing, calcolato, al netto di interessi e di IVA, alla data di consegna dell’unità al Cessionario, come evidenziato nell’Appendice ‘B’, che fa parte integrante del presente contratto;
  3. II) dalla somma dovuta dal Cessionario al Cedente come risultante dalla differenza tra il prezzo indicato nella PARTE I, voce F) ed il debito residuo complessivo dovuto alla Società di Leasing, calcolato, al netto di interessi e di IVA, alla data di consegna dell’unità al Cessionario, come evidenziato nell’Appendice ‘B’ che fa parte integrante del presente contratto.

 

  1. DEPOSITO CAUZIONALE – A garanzia dell’adempimento del presente contratto, il Cessionario versa quest’oggi il deposito cauzionale (come indicato nella PARTE I, voce G) al Mediatore Marittimo, che lo custodirà in qualità di Depositario conformemente alle disposizioni contenute nel presente contratto. Entro il giorno lavorativo successivo a quando la cessione sarà considerata definitiva, il Mediatore Marittimo dovrà consegnare al Cedente la somma ricevuta in deposito dal Cessionario, quale acconto sul prezzo con natura di caparra confirmatoria.

 

  1. PAGAMENTO – All’atto della stipula del contratto di subentro con la Società di Leasing, il Cessionario deve corrispondere il prezzo, come indicato nella PARTE I, voce F), come segue:
  2. I) subentrare al Cedente nelle obbligazioni e nei diritti di quest’ultimo nei confronti della Società di Leasing per quanto attiene al debito residuo complessivo che il Cedente deve ancora corrispondere alla Società di Leasing, calcolato, al netto di interessi e di IVA, alla data di consegna dell’unità al Cessionario, come evidenziato nell’Appendice ‘B’ che fa parte integrante del presente contratto.
  3. II) pagare al Cedente la somma dovuta a quest’ultimo come risultante dalla differenza tra il prezzo indicato nella PARTE I, voce F) ed il debito residuo complessivo dovuto alla Società di Leasing, calcolato, al netto di interessi e di IVA, alla data di consegna dell’unità al Cessionario, come evidenziato nell’Appendice ‘B’ che fa parte integrante del presente contratto. Nel caso in cui il versamento del deposito cauzionale e/o il pagamento del prezzo fosse eseguito tramite assegno, lettera di credito o altro

titolo di credito, le condizioni del presente contratto non saranno considerate adempiute fino al momento in cui l’importo corrispondente sarà effettivamente e liberamente disponibile per il beneficiario.

 

  1. ACCETTAZIONE DELL’UNITÀ – Ai fini del presente contratto, l’unità oggetto del Contratto di Leasing viene ceduta dal Cedente nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, senza garanzia, con tutto quanto specificato nell’Appendice ‘A’, come visitata ed accettata dal Cessionario. Il Cessionario ha il diritto di nominare un Perito Navale al fine di verificare la corrispondenza di quanto dichiarato nell’Appendice ‘A’ e l’eventuale esistenza di vizi e/o di deficienze tali da compromettere le condizioni di navigabilità dell’unità; il Perito non può esprimere opinioni circa il valore commerciale dell’unità. Tutte le spese sostenute per eseguire le verifiche (quali, per esempio, l’alaggio e il varo, la

movimentazione e la sosta a terra, i costi di cantiere e ogni ulteriore onere), compreso l’onorario del Perito, saranno a carico del Cessionario.

Ai fini dell’esecuzione di tali verifiche:

  1. I) l’unità deve essere messa a disposizione del Cessionario nel luogo indicato nella PARTE I, voce H.
  2. II) il Cessionario non può compiere verifiche distruttive sull’unità o qualunque sua parte senza ottenere preventivamente autorizzazione scritta del Cedente.

III) l’eventuale prova in mare dell’unità, di durata non superiore alle 4 ore, sarà eseguita sotto la responsabilità del Cedente.

  1. IV) il Cessionario deve completare le verifiche entro e non oltre la data indicata nella PARTE I, voce H. Entro tale data il Cessionario deve trasmettere copia della relazione redatta dal Perito, tramite lettera A.R. o fax, al Cedente ed al Mediatore Marittimo.

Nel caso in cui:

  1. V) il Perito non abbia evidenziato l’esistenza di vizi e/o di deficienze tali da compromettere le condizioni di navigabilità dell’unità e abbia verificato la corrispondenza di quanto dichiarato nella Appendice ‘A’, allora l’unità sarà considerata accettata “nello stato in cui si trova” dal Cessionario ed il presente contratto diventerà definitivo.
  2. VI) il Perito abbia evidenziato l’esistenza di vizi e/o di deficienze tali da compromettere le condizioni di navigabilità dell’unità e/o verificato la non corrispondenza di quanto dichiarato nella Appendice ‘A’, allora le Parti avranno altri sette giorni correnti di tempo per trovare un nuovo accordo, altrimenti il presente contratto sarà considerato risolto di diritto ed il deposito cauzionale dovrà essere immediatamente restituito al Cessionario, senza interessi e senza diritto a risarcimento danni.

VII) per fatto non imputabile al Cedente, le verifiche non siano state completate entro il termine convenuto, l’unità sarà considerata come accettata “nello stato in cui si trova” da parte del Cessionario ed il presente contratto diventerà definitivo.

VIII) per fatto imputabile al Cedente, le verifiche non siano state completate entro il termine convenuto, il presente contratto sarà considerato risolto per inadempienza del Cedente ed il deposito cauzionale dovrà essere immediatamente restituito al Cessionario. In questo caso saranno a carico del Cedente: l’intera provvigione spettante al Mediatore Marittimo; l’onorario del Perito e tutte le spese sostenute per eseguire eventuali verifiche (quali, per esempio, l’alaggio e il varo, la movimentazione e la sosta a terra, i costi di cantiere e ogni ulteriore

onere).

 

  1. CONSEGNA – Contestualmente alla stipula del contratto di subentro con la Società di Leasing, l’unità deve essere consegnata al Cessionario nel luogo e alla data indicati nella PARTE I, voce I, con tutto quanto specificato nella Appendice ‘A’, nelle stesse condizioni rilevate durante la visita, salvo il normale deperimento. L’unità rimane a rischio e spese del Cedente fino al momento della consegna. Nel caso di perdita totale dell’unità o di dichiarazione di perdita totale costruttiva prima della consegna, il presente contratto sarà considerato risolto di diritto ed il Cedente dovrà restituire al Cessionario la somma ricevuta a titolo di caparra confirmatoria, senza interessi e senza diritto al risarcimento dei danni, dedotte tutte le spese sostenute per effettuare le verifiche sull’unità ordinate dal Cessionario se da questi non pagate.

 

  1. GARANZIE – Il Cedente si impegna a consegnare l’unità libera da liti, privilegi e gravami e ad indennizzare il Cessionario contro qualsiasi conseguenza di ogni azione civile intentata da terzi contro l’unità per crediti sorti prima della consegna.

 

  1. INADEMPIENZA DEL CESSIONARIO – Qualora il Cessionario non eseguisse il pagamento del prezzo nei modi e nei termini convenuti o la Società di Leasing non autorizzasse il subentro a causa di valutazione negativa del Cessionario, il presente contratto sarà considerato risolto ed il Cedente potrà trattenere come penale la somma ricevuta a titolo di caparra confirmatoria. In questo caso sarà l’intera provvigione spettante al Mediatore Marittimo a carico del Cessionario.

 

  1. INADEMPIENZA DEL CEDENTE – Nel caso in cui il Cedente non adempia ai suoi obblighi, il Cessionario avrà il diritto di risolvere il presente contratto ed in tal caso potrà esigere dal Cedente come penale il doppio della somma versata a titolo di caparra confirmatoria. In questo caso saranno a carico del Cedente: l’intera provvigione spettante al Mediatore Marittimo; l’onorario del Perito e tutte le spese sostenute per eseguire eventuali verifiche (quali, per esempio, l’alaggio e il varo, la movimentazione e la sosta a terra, i costi di cantiere e ogni ulteriore onere).

 

  1. MEDIATORE MARITTIMO – Il Cedente ed il Cessionario riconoscono il Mediatore Marittimo indicato nella PARTE I, voce L, quale unico intermediario del presente contratto. Inoltre, il Cedente ed il Cessionario conferiscono al Mediatore Marittimo, che accetta, l’incarico di svolgere la funzione di Depositario, autorizzandolo a ricevere, custodire, gestire e trasferire il deposito cauzionale secondo le previsioni contenute nel presente contratto. La provvigione spettante al Mediatore Marittimo, come indicata nella PARTE I, voce M, è dovuta contestualmente al momento in cui l’unità è stata accettata o considerata come accettata dal Cessionario anche nel caso in cui il presente contratto

fosse successivamente risolto per qualsiasi causa, deve essere calcolata sul prezzo indicato nella PARTE I, voce F, ed è pagata in parte dal Cedente ed in parte dal Cessionario. Il Mediatore Marittimo è parte del presente contratto solo per quanto attiene a questa clausola.

 

  1. ONERI ACCESSORI – Ogni tassa, diritto e spesa connessa con la cessione del diritto di utilizzo dell’unità e la conseguente pratica di subentro nel Contratto di Leasing avente per oggetto l’unità e sottoscritto originariamente dal Cedente in qualità di Utilizzatore, sarà a carico del Cessionario. Le spese relative alla registrazione in caso d’uso del presente contratto saranno a carico della Parte che la richiederà.

 

  1. LEGGE E CONTROVERSIE – Per quanto non disposto dal presente contratto si fa espresso richiamo alla legge italiana. La risoluzione di ogni e qualsiasi controversia relativa al presente contratto sarà risolta tramite Arbitrato libero presso la Camera Arbitrale Marittima Genova.

 

 

Il Cedente Il Cessionario Il Mediatore Marittimo

 

 

 

Ai sensi degli artt. 1341 e 1342 Cod. Civ. il Cedente ed il Cessionario dichiarano espressamente di aver letto, concordato ed approvato le clausole del presente contratto riportate nella Parte I alle voci F, G, H, I, L, M, nonché quelle riportate nella Parte II ai numeri 1, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12 e 13.

 

 

Il Cedente Il Cessionario Il Mediatore Marittimo

 

 

NESSUN COMMENTO

Rispondi