CdM K42 Audace, ecco lo yacht di Merloni

0
328
CdM K42 Audace, le operazioni di varo CdM K42 Audace, le operazioni di varo Ecco Audace finalmente in acqua

Varato ad Ancona CdM K42 Audace, lo yacht explorer di 43 metri di Andrea Merloni, ex presidente Indesit. Il progetto realizzato da Cantiere delle Marche (CdM) nasce dalla collaborazione tra lo stesso armatore e Andrea Pezzini, fondatore di Floating Life, società che si occupa di nautica dalla progettazione al noleggio, dalle vendite allo yacht management. Durante la costruzione, tutte le parti coinvolte hanno lavorato a stretto contatto e la collaborazione tra il committente, i suoi rappresentanti e il cantiere è stata estremamente proficua e ha portato al completamento del complesso progetto nei tempi stabiliti. Il progetto CdM K42 Audace scaturisce da una serie di proposte sviluppate da Floating Life in collaborazione con lo studio di ingegneria navale Sculli denominate Serie K. L’ingegnerizzazione è stata invece sviluppata da Hydro Tec.
“Audace è un progetto che ha dato prova della grande maturità di Cantiere delle Marche e della sua organizzazione – ha detto Ennio Cecchini, co-fondatore e ceo di CdM – La prima di una serie di costruzioni one-off, sulla carta sembrava una sfida forse troppo ambiziosa per una giovane realtà come la nostra. E invece:la qualità delle risorse umane che abbiamo dedicato specificatamente e solo a questa costruzione e la usuale passione e motivazione di tutti coloro che sono stati coinvolti ha portato a un risultato di elevatissimi standard ingegneristici e qualitativi. Sono orgogliosissimo dei miei ragazzi e di come CdM abbia passato questo stress test a pieni voti, dimostrando di essere all’altezza della propria reputazione di cantiere navale di altissima qualità”.
Audace è lungo 42,80 metri e largo 9,40, a pieno carico ha un pescaggio di circa 2,80 metri. Grazie a grandi riserve di combustibile (62mila litri) e motori Caterpillar C32 Acert, CdM K42 Audace ha un’autonomia di circa 5.400 miglia nautiche alla velocità di 10 nodi. La velocità massima si attesta attorno ai 15 nodi. A bordo ci sono 4 grandi cabine per gli ospiti, due sul ponte principale e due sul ponte inferiore, tutte con apertura sull’esterno. Le due sul ponte inferiore hanno un balconcino a ribalta con movimentazione elettroidraulica mentre le due suite sul ponte principale si aprono direttamente sui passaggi laterali esterni che corrono da poppa a prua del ponte. L’armatore, che ama circondarsi di ospiti ma desidera anche avere la sua privacy, si è fatto realizzare un ponte privato, il più alto dei quattro ponti dedicati agli ospiti e totalmente inaccessibile agli estranei.
“Questa barca – il commento di Gabriele Virgili, presidente di CdM – segna una grande svolta per il cantiere sia in ragione della sua unicità (dimostrando quindi che CdM può costruire anche navi one-off di grandissima qualità) sia in ragione della sua dimensione (il volume costruito è pari a quello della stragrande maggioranza dei 50 metri sul mercato). Avere dovuto realizzare un nuovo capannone adatto a costruire barche di queste dimensioni ha funzionato anche da grande stimolo per il cantiere, che ha infatti iniziato ad avere diverse commesse sopra i 40 metri. Il mio rapporto di amicizia personale con l’armatore ha poi fatto sì che l’attenzione già maniacale alla qualità e ai dettagli di CdM sia aumentata in maniera esponenziale, alzando lo standard qualitativo medio a un nuovo livello: questo riverbererà certamente in positivo sulle prossime commesse allungando ancora di più la distanza tra Cantiere delle Marche e i pochi competitor rimasti sul mercato”.
Tra le particolarità di Cdm K42 Audace anche due aree attrezzate a discoteca, una interna sul ponte inferiore e una a poppa del ponte principale.

L'articolo CdM K42 Audace, ecco lo yacht di Merloni sembra essere il primo su Gentedimare2.0.

NESSUN COMMENTO