Cancellazione dai R.I.D. di unita’ rientranti nella categoria natanti FAC SIMILE

0
799
cancellazione
cancellazione

FAC SIMILE Domanda di cancellazione dai R.I.D. di unita’ rientranti nella categoria natanti

 

Al______________________________

(Ufficio d’iscrizione dell’unità)

 

Oggetto: Domanda di cancellazione dai R.I.D. di unita’ rientranti nella categoria natanti

Il/la sottoscritto/a _______________________________________________ nato/a a ______________________ il _____________ e residente a ____________________________ in Via/Piazza ________________________________________________ n°_______, C.A.P. __________ C.F.: ___________________________, proprietario dell’imbarcazione da diporto a motore – a vela con m.a. – motoveliero, – lunghezza f.t. m ________ munita di motore e.b. – f.b. – e.f.b. della potenza di kW ________ iscritta al n°_______________/D di codesti R.I.D.,

CHIEDE

La cancellazione dell’unità dal Registro delle Imbarcazioni da Diporto, a norma dell’art.21 comma 2 lett. C del Decreto Legislativo n° 171 in data 18.07.2005, essendo la lunghezza dell’unità pari o inferiore a 10 metri1.

Si allega: la licenza di navigazione ed attestazione di versamento di euro 20.003.

CHIEDE INOLTRE

Il rilascio dell’estratto del R.I.D. con gli estremi dell’avvenuta cancellazione2;

Si allega:

  1. attestazione di versamento di euro 20.003 effettuato alla Tesoreria dello Stato con causale “CAPO XXIII – Capitolo 3567 – C.E.E.D. Ministero dei Trasporti”;
  2. 1 marca da bollo da € 16;
  3. restituzione della licenza di esercizio RTF, eventualmente posseduta.

 

 

__________________lì __________________

____________________________________

Firma4

 

NOTE:

  • Le unità di lunghezza fino a 10 metri (sia a vela che a motore) possono essere cancellate dai registri delle imbarcazioni da diporto.
  • L’estratto del R.I.D. è facoltativo: è necessario per documentare – in caso di navigazione entro le dodici miglia – che l’unità cancellata dal R.I.D. era abilitata alla navigazione senza alcun limite. Le unità con marchio CE, cancellate dai registri (natanti), possono navigare nei limiti della categoria di appartenenza.
  • I versamenti vanno effettuati con bollettino Mod. CH 8 ter sul c.c.p. della Tesoreria Provinciale dello Stato nella cui giurisdizione si trova l’Ufficio di Iscrizione. Possono essere effettuati anche in modo cumulativo.
  • La domanda, a norma del T.U. sulla documentazione amministrativa, non va autenticata quando la firma sia apposta in presenza del funzionario dell’ufficio ovvero quando alla domanda sottoscritta sia allegata fotocopia (non autenticata) di un documento di riconoscimento dell’interessato, in corso di validità.

NESSUN COMMENTO

Rispondi