#Cagliari è una città dai mille volti con tanti angoli da scoprire e ammirare

0
446
m crop C

Una città bella sia d’estate che d’inverno. Cagliari è mare, sole, cultura, tradizioni, vita notturna, sport, eventi e tanto altro. Una città dove le cose da vedere e da fare sono tante, piena di splendidi scorci e di luoghi unici. Oggi vi portiamo a scoprire il capoluogo della Sardegna: ecco le 10 cose da vedere assolutamente a Cagliari.

Visita Cagliari in barca: guarda le offerte

Il Bastione di Saint Remy, edificato tra il 1896 e il 1902 sugli antichi bastioni spagnoli della Zecca e dello Sperone, col compito di collegare il Castello alla città bassa, prese il suo nome dal barone di Saint Remy, primo viceré piemontese, che lo fece edificare. Noi vi consigliamo di ammirarlo dal basso, da Piazza Costituzione, per poi salire lo scale fino in cima dove dalla grande Terrazza Umberto I godrete di un panorama mozzafiato su tutta la città e spesso troverete un mercatino con oggetti molto interessanti. La notte vi si radunano molti giovani nei locali della movida notturna, mentre nella Passeggiata Coperta, un ampio ambiente dipinto e chiuso da grandi arcate, vengono organizzate mostre ed esposizioni. Credeteci, la stanchezza del percorrere tutta la scalinata sarà ampiamente ripagata della splendida vista dall’alto sulla città.
Insieme al Bastione, le due torri di San Pancrazio e dell’Elefante sono il simbolo di Cagliari e segnano lo skyline dell’antico quartiere di Castello, col sistema fortificato eretto dai Pisani nel XIV sec. Restaurate e riportate al loro aspetto originario, le due torri di calcare bianco furono edificate rispettivamente nel 1305 e nel 1307, come punti di avvistamento e difesa, da un lato sono aperte e mostrano i vari piani coi ballatoi in legno. La Torre di San Pancrazio, ingresso nord del quartiere Castello e costruita sul punto più alto, possiede quattro piani e supera i 36 metri; mentre la Torre dell’Elefante, alta 30 metri, col suo piccolo elefante scolpito nella pietra, è situata nel lato sud-occidentale del quartiere Castello. Vi consigliamo di salire su entrambe le torri, da cui potrete godere di un fantastico panorama a 360 gradi su tutta la città…ma ve lo sconsigliamo se soffrite di vertigini!
Sul colle di Bonaria nel XIV secolo Alfonso d’Aragona fece costruire, dopo una vittoria sui Pisani, una chiesetta in stile gotico-catalano dedicata alla SS. Trinità e alla Vergine, che offrì in dono ai frati Mercedari del vicino convento. La storia narra che il 25 marzo 1370 sulla spiaggia davanti alla chiesa fu trovata una cassa misteriosa gettata in mare da un veliero spagnolo durante una tempesta. Solo i frati mercedari riuscirono a sollevarla e portarla nella chiesa; al suo interno trovarono una statua della Madonna con il Bambino, con in mano un cero ancora acceso. La statua venne da quel momento venerata e la chiesa divenne il Santuario di Nostra Signora di Bonaria, con una marea di pellegrini da tutta l’Isola, che spinsero i frati a erigere una chiesa molto più grande, la cui costruzione durò dal 1704 fino addirittura al 1926 quando venne inaugurata la più grande chiesa della Sardegna. Una visita è d’obbligo, per il monastero, l’esposizione degli ex voto e le opere d’arte molto belle al suo interno.

Visita Cagliari in barca: guarda le offerte

Il Poetto è la spiaggia di Cagliari. Dalla Sella del Diavolo fino al litorale di Quartu Sant’Elena, otto chilometri di spiaggia fra ombrelloni, passeggiate, stabilimenti balneari e i famosi chioschetti, che dal mattino fino a notte fonda scandiscono la vita turistica e gli eventi della spiaggia più amata dai cagliaritani. Una giornata al Poetto è d’obbligo, soprattutto in quelle parti dell’arenile dove la sabbia è ancora fine e bianchissima. Non dimenticate di fare una passeggiata nel porticciolo turistico di Marina Piccola, alla prima fermata. Se invece amate la vita notturna, non faticherete a trovare il locale o chiosco che fa per voi. Il Poetto è una spiaggia da vivere tutto l’anno!
Il Parco di Molentargius sorge in un’area di circa 1600 ettari con zone di acqua dolce e salata. Rappresenta una zona umida di valore internazionale, habitat naturale di numerosi uccelli acquatici e altre specie, che prima di tutto sorprende perché si trova a un passo dal centro di Cagliari. Al suo interno è possibile ammirare le colonie di magnifici fenicotteri rosa, ormai simbolo della città, ma la grande area che comprende anche le Saline è diventato un luogo bellissimo, dove passeggiare, correre, andare in bicicletta, fare fotografie o semplicemente rilassarsi immersi nel verde e nel silenzio, fare delle visite e delle escursioni in mezzo alla natura. Passate una giornata nel Parco, vi assicuriamo che ne vale assolutamente la pena.

Visita Cagliari in barca: guarda le offerte

Il colle che domina l’omonimo quartiere regala da una parte una delle aree verdi più belle al centro della città, un bel parco dove rilassarsi e trascorrere del tempo in mezzo al verde, dall’altra il lungo Viale Europa che in cima sorprende con una spettacolare vista tutta da fotografare sulla città, sul mare del Poetto e sullo Stagno di Molentargius, dove poter ammirare gli stormi di fenicotteri in volo o sull’acqua. Uno spettacolo davvero unico e un panorama che non si dimentica! Nel parco laghetti, piante, giardini, giochi per bambini, campi da tennis e potrete passeggiare nel verde tra pavoni, anatre, oche e tartarughe. Un consiglio? Ammirate il panorama dall’alto al tramonto e resterete a bocca aperta!
Che ne direste di fare una suggestiva, breve e poco impegnativa passeggiata che permette però di godere di vedute e panorami mozzafiato? Non solo, potrete osservare luoghi di assoluto interesse naturalistico e storico-archeologico. Ebbene, questo a Cagliari è possibile. Basta percorrere il bellissimo percorso naturalistico che vi porta al promontorio della Sella del Diavolo, perla naturalistica incastonata nel Golfo di Cagliari, che domina la spiaggia del Poetto. Vi basterà partire dal piazzale che sta sopra la spiaggia di Calamosca e da lì iniziare il sentiero: vi ritroverete ad ammirare panorami e luoghi meravigliosi, un mare turchese, splendide calette e dalla cima della Sella un’incredibile vista che spazia su tutto il Golfo e oltre. Vi imbatterete anche nei resti di un fortino della II Guerra Mondiale e nella Torre di Sant’Elia. Che aspettate?
Una piazza diventata da poco pedonale che regala meraviglie. Da una parte la Cattedrale di Santa Maria, sede vescovile,  vero e proprio connubio di diversi stili artistici,  che custodisce sette secoli di memorie storiche della città. Accanto troviamo il Palazzo Regio, antica residenza del rappresentante del re durante le dominazioni aragonese, spagnola e sabauda, attualmente sede della Prefettura e della Provincia di Cagliari. La Cattedrale dalla facciata in “stile” romanico-pisano sorprende per bellezza e maestosità, la sua strepitosa Cripta “dei Martiri” non può lasciare indifferenti, così come i marmi e i colori del suo interno. Entrare poi nel Palazzo Regio e passeggiare nelle stupende stanze affrescate che ospitarono la corte sabauda vi condurrà poi in un’altra epoca, un luogo assolutamente da visitare per conoscere la storia e l’identità di Cagliari e della Sardegna, in più non si paga nessun biglietto. Vale anche la pena di trovare il tempo per visitare il Museo Archeologico (uno dei più importanti della Sardegna) e l’ex Palazzo di Città, proprio a pochi metri, sempre nella Piazza.

Visita Cagliari in barca: guarda le offerte

I colori e i profumi di Cagliari si incontrano con gli altri Paesi del Mediterraneo e del Mondo, in un connubio che regala forti emozioni.Questa è la Marina di Cagliari, uno dei quartieri storici della città, in passato ospitava magazzini e dimore di chi lavorava presso il vicino porto. Oggi è luogo di commercio, coi suoi negozi alla moda, i locali, le botteghe e i tanti ristoranti per turisti (e non) nei quali poter gustare i piatti tipici di Cagliari e della Sardegna, ma anche i gusti orientaleggianti delle cucine di Paesi lontani. Un mix magico che fa della Marina un luogo ricco di fascino e da scoprire percorrendo il dedalo delle viuzze antiche che lo compongono. Il nostro consiglio? Fate una bella passeggiata nel Porto, magari al tramonto, e subito dopo percorrete i portici di Via Roma per poi inoltrarvi nelle stradine della Marina, entrerete in un mondo che saprà regalarvi certamente delle belle sorprese.
Nella parte nord di Cagliari vi consigliamo di visitare il Parco del Castello di San Michele, situato nell’omonimo colle, dalla cima regala al visitatore un panorama incredibile che va dalla pianura del Campidano alla Sella del Diavolo, da Monte Urpinu al Porto.  Il percorso che porta in alto è circondato di alberi e prati dove rilassarsi, passeggiare, fare jogging e giocare nello spazio riservato ai bambini. In cima raggiungerete il Castello di San Michele, uno dei monumenti più significativi della città, che ha una lunga storia tutta da scoprire al suo interno, dove vengono però organizzate anche numerose mostre ed esposizioni. Una visita è d’obbligo e non vi pentirete di averlo visto…se lo fate nelle sere d’estate poi troverete anche un bel locale all’aperto dove si balla e ci si diverte fino a notte fonda.

NESSUN COMMENTO

Rispondi