Benetti Yachtmaster, sulla ruota di Livorno esce il 19

0
50
Benetti Yachtmaster, foto di gruppo Benetti Yachtmaster, foto di gruppo Paolo Vitelli Franco Fusignani La rappresentazione della Divina Commedia

Prima tappa a Livorno della XIX edizione di Benetti Yachtmaster, il tradizionale appuntamento dedicato ai comandanti di superyacht e ai professionisti del settore. L’evento era stato preceduto dal Roadshow di Palma di Maiorca (novembre 2018), e proseguirà con un tour tra le più suggestive location della nautica mondiale, raggiungendo Turchia, Grecia e Australia, per poi concludersi a Fort Lauderdale il prossimo maggio. Ma sulla ruota di Livorno esce il 19, numero magico del gruppo di Avigliana: 19 come le edizioni di Benetti Yachtmaster, 19 come  le vittorie del Global Order Book, 19 (2019) come l’anno della Benetti Giga Season con il varo e la consegna di tre gigayachts di oltre 100 metri.
Innanzitutto i padroni di casa: Paolo Vitelli, presidente del Gruppo Azimut|Benetti e Franco Fusignani, amministratore delegato della Business Line Benetti. Poi oltre 200 ospiti tra comandanti, surveyor, paint inspector, owner’s representatives e stewardess provenienti da Grecia, Turchia Russia e Sud America. Nel suo discorso d’apertura, Paolo Vitelli ha ricordato l’importanza dello Yachtmaster, un evento unico nel suo genere che, attraverso l’unione di tutti i profili coinvolti nello yachting business, fa da collante tra armatori, comandanti, equipaggi e cantiere. Il presidente, inoltre, ha ringraziato Fraser, Lusben e Yachtique che, insieme con Azimut Yachts e Benetti, compongono un solido gruppo in grado di offrire un servizio a 360 gradi agli amanti delle barche. “Trovarmi qui con voi, nel nostro bellissimo cantiere, è grande motivo d’orgoglio per me”, ha detto Paolo Vitelli, mentre Franco Fusignani ha presentato la forza produttiva di Benetti: 20 imbarcazioni in costruzione nei cantieri di Viareggio e Livorno.
A seguire, durante l’Owner’s Team Perspective, un momento dedicato all’incontro con i capitani Benetti, David Seal, esperto broker internazionale, ha intervistato Mario Lodovico Salani, capitano di uno yacht CRN di 43 metri, e David Davidson, il capitano di Benetti Metis, custom di 63 metri varato a novembre e in consegna nei prossimi mesi. Entrambi hanno sottolineato la capacità delle strutture Lusben di accogliere e gestire il refit e si sono dilungati sulla pronta capacità di comunicazione in merito allo stato di avanzamento dei lavori da parte di Benetti che coinvolge armatori, surveyor, capitani e fornitori.
Sebastiano Fanizza, chief ommercial officer di Benetti, ha illustrato la flotta del cantiere, soffermandosi sui nuovi prodotti Diamond C145, Oasis 40M e B.NOW, mentre Filippo Censi Buffarini, Lusben sales manager di Livorno, e Marco Nuovo, Lusben sales manager di Viareggio, hanno raccontato i numeri di Lusben per i progetti di refit&repair per yacht di lusso.Ha chiuso i lavori mattutini Sara Jane Skinner, head of partnership di Blue Marin Foundation, organizzazione no-profit supportata da Benetti e dedicata alla creazione di aree marine protette e alla promozione di una pesca sostenibile.
Prima di raggiungere il resort “Il Ciocco”, sulle colline lucchesi, gli ospiti di Benetti Yachtmaster sono stati accompagnati in un interessante tour del cantiere di Livorno per osservare da vicino dove e come nascono i superyacht Benetti e hanno partecipato ad incontri e dimostrazioni con gli sponsor: Sevenstar Yacht Transport, DYT Yacht Transport, Slam, Boero, Jotun, Awlgrip, Viraver, Peninsula Petroleum, Rolls-Royce, Lusben, CMC Marine, SeaSatCom, Fraser, Yachtique, RINA, Cat, Naiad Dynamics, Guest Program, Acqua dell’Elba, Christofle, Versilia Supply Service, Valletta Superyachts e Moto Morini.
Il secondo giorno è stato dedicato alle attività di team building all’aperto, focalizzate sul tema della sopravvivenza in condizioni estreme, e seguite da workshop di rilevante interesse dedicati ai capitani e agli addetti ai lavori. L’incontro “The human factor in marine weather forecasting”, condotto da Gianfranco Meggiorin e Daniele Vitri di Navimeteo, un osservatorio meteo-marino, ha evidenziato l’importanza del fattore umano nell’interpretazione delle previsioni. Il seminario “Crew crisis: your legal resources” tenuto da Maxime Brégon di Fraser Yachts, Tom Becker e Adrian Ogier di Oceanskies, società di consulenza per la registrazione di yacht e aeromobili, ha illustrato in termini giuridici come affrontare talune situazioni. Il secondo seminario, “Risk awareness, strategies and services for risk reduction”, moderato da Giorgio Gallo ed Enrico Ursomando del RINA, ha illustrato le strategie e i servizi disponibili per ridurre i rischi nella gestione del personale di bordo. Infine, Daniela De Marco di Fraser Yachts, con la partecipazione di Ezio Vannucci di Moores Rowland Partners, società di consulenza fiscale, e di Clayton Fenech e Niki Travers Tauss di Valletta Superyachts Network, agenzia con sede a Malta, hanno condotto il workshop “Update on VAT and customs in yachting” offrendo un aggiornamento professionale sul tema dell’Iva e delle necessarie documentazioni doganali.
Benetti Yachtmaster si è concluso con una speciale festa dedicata alla Divina Commedia di Dante Alighieri.

L'articolo Benetti Yachtmaster, sulla ruota di Livorno esce il 19 sembra essere il primo su Gentedimare2.0.

NESSUN COMMENTO