Antonini Navi, via alla costruzione del primo UP40

0
127
Antonini Navi: Massimo Antonini e Aldo Manna

Parte la costruzione on spec della prima unità di UP40 (Utility Platform 40), lo scafo modulare di Antonini Navi che può essere adattato a tre diverse tipologie di imbarcazioni dislocanti: motoryacht, crossover o explorer. Ad appena sei mesi dalla sua nascita, il nuovo brand del Gruppo Antonini dedicato alla nautica di lusso, passa quindi alla fase operativa.
Il superyacht, firmato da Fulvio De Simoni, è composto da una piattaforma navale in acciaio di 40 metri che, a seconda della sovrastruttura scelta dal cliente, può dare vita a tre diversi modelli, una soluzione che lascia al futuro armatore la possibilità di scegliere l’identità tipologica dell’imbarcazione, ma che consente anche di anticipare la costruzione dello scafo. Al di là delle differenze legate al design e al tipo di utilizzo del futuro armatore tutte le imbarcazioni realizzate da Antonini Navi avranno quindi uno scafo con i medesimi parametri tecnici e uno stesso livello di affidabilità, robustezza e tenuta al mare.
La scelta di dare il via libera alla costruzione on spec rappresenta un importante investimento per il nuovo brand  che, oltre ad avere valenza altamente strategica in quanto riduce le tempistiche di consegna, testimonia la solidità finanziaria e l’enorme fiducia che il cantiere spezzino ripone nel progetto.
Il processo di costruzione si svolge nel cantiere di Marina di Pertusola (La Spezia). Il capannone principale che ospita i lavori della prima unità è stato recentemente riammodernato e presenta ben 1.200 mq di superficie. Lungo 80 metri, allestito per accogliere due piattaforme di costruzioni di superyacht dai 30 ai 70 metri, il nuovo capannone è il vero fiore all’occhiello del Cantiere che dispone di una struttura dotata di oltre 55mila mq, di cui 30mila coperti. A breve il cantiere sarà dotato anche di un travel Lift con una portata di 800T e di una darsena di alaggio lunga 70 metri.
Varo e consegna della prima unità sono previsti nel 2022 mentre entro il 30 aprile 2021 l’armatore potrà scegliere concept e  finiture.
Al momento in cantiere è in fase di costruzione anche lo scafo in acciaio di una unità di 52 metri che Antonini Navi sta realizzando conto terzi, attività che il cantiere svolge con successo da tempo, collaborando con alcuni dei più importanti brand dello yachting internazionale. Solo pochi mesi fa, ad esempio, è stata consegnata o un’unità in alluminio di 49 metri di lunghezza.
Nella foto Massimo Antonini e Aldo Manna

L'articolo Antonini Navi, via alla costruzione del primo UP40 sembra essere il primo su Gentedimare2.0.

NESSUN COMMENTO