#Andora: tra spiagge lunghe e sabbiose e borgate medioevali

0
1202
SV Andora porto

Posta tra le bellissime insenature di Capo Mele e Capo Mimosa, Andora è una località turistica vivace tutto l’anno, perché qui il clima mite e le lunghe spiagge dorate, sono frequentate anche fuori stagione.

Visita Andora in barca: guarda le offerte

Inoltre, totalmente rinnovato, il porticciolo è uno dei più attrezzati e moderni del ponente ligure. Torri di avvistamento e castelli merlati, Borgata Castello è il primo nucleo originario, arroccato sulla collina fronte mare, fra ulivi secolari e casette in pietra. Da qui si raggiunge a piedi il Paraxo ovvero il Castello e la suggestiva chiesa di SS Giacomo e Filippo, sede storica della prestigiosa rassegna musicale “Estate Musicale Andorese”.

Il Castello di Andora è uno dei complessi medievali meglio conservati del Ponente Ligure. Tra i servizi che il Comune mette a disposizione, segnaliamo il WIFI libero in quattro zone del comune: nel Porto turistico di Andora, nel Parco delle Farfalle, nella spiaggia libera attrezzata, in largo Milano ed in Biblioteca.

Il basilico di Andora D.O.P. è il prodotto più importante della Piana di Andora, mentre i terrazzamenti dell’entroterra ospitano uliveti. Timo, lentisco, rosmarino, ginepro, lavanda. Alle profumate erbe aromatiche che si coltivano nei terrazzamenti sulle colline, è dedicata la Festa delle Erbe Aromatiche che si svolge nel panoramico borgo di Rollo, ogni giugno.

Pare siano stati i Focesi, nel VII-VIII secolo a.C., a fondare Andora, creando un approdo sicuro ed un punto di appoggio per il trasporto del sale proveniente dai giacimenti della Corsica. Invaso dalle orde dei barbari e dei Goti nel 951 il territorio passò nella marca ‘aleramica’, nel 1091 divenne dei marchesi del Vasco e nel 1125 passò ai marchesi Clavesana, che si costruirono una fortificazione di difesa, il Castello di Andora, in posizione privilegiata, su un poggio che dominava (e domina) la valle e che permetteva di controllare anche il passaggio obbligato sulla strada romana. Il castello, sotto Genova nel 1252, acquistò ancora più importanza per qualche secolo e poi fu abbandonato. Un numero limitato di case sorsero intorno alla fortezza, che assieme ad altre bellezze architettoniche (come la chiesa dei Santi Giacomo e Filippo) costituisce ancora oggi un importante complesso monumentale che conserva la sue caratteristiche originarie all’interno di un suggestivo ambiente naturale.

Visita Andora in barca: guarda le offerte

NESSUN COMMENTO

Rispondi